Festival Nazionale d’Arte Drammatica, “A” come Adolphe

di 

23 settembre 2014

Venerdì 26 settembre alle 21 andrà in scena al Teatro G. Rossini, per la 67ª edizione del Festival Nazionale d’Arte Drammatica, dopo il classico debutto con Shakespeare, la seconda commedia: “A” come Adolphe, un lavoro assolutamente moderno dell’Associazione Teatrale “I Pinguini” di Firenze che riesce ad approdare per la prima volta alla nostra Rassegna.

La compagnia, che ha scritto direttamente il testo, ha al suo attivo una nutrita serie di commedie moderne: di A. Christie (“Trappola per topi”, “L’ospite inatteso”), di A.Ayckbourne (“Confusioni”, “Camere da letto”), di Durrenmatt (“I fisici”, “Il complice”), di Frayn (“Rumori fuori scena” ), di Neil Simon (“Rumors”), ecc.

“A” come Adolphe narra, con intelligenza ed ironia, una vicenda familiare. A Parigi, un professore universitario e la moglie, il suo arricchito fratello con la compagna ed un musicista decidono di trascorrere una serata, cenando insieme. Si fanno racconti, si richiamano alla memoria trascorsi che sono rimasti loro impressi, ci si prende in giro, si beve un po’ di vino, finché, cadendo il discorso sul nome Adolphe che verrà dato al nascituro della moglie dell’agente immobiliare, i pareri, per i relativi, recenti riferimenti storici sono contrastanti; la discussione si accende, ma si ride pure, nascono molte approfondite riflessioni e non manca la sorpresa finale. Vi sono, dunque, tanti presupposti per assistere con interesse ad una pièce del tutto particolare, rappresentata da una compagnia già navigata che, in aggiunta, non può che conoscere la commedia a menadito, avendola essa stessa creata.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>