“Fuori Gioco”: interventi per prevenire il gioco d’azzardo patologico

di 

23 settembre 2014

Presentazione di Fuori GiocoPESARO – E’ stato presentato stamane, nella sala del consiglio comunale di Pesaro, “Fuori Gioco”, progetto provinciale per prevenire il gioco d’azzardo patologico, che ha come ente capofila il comune di Pesaro. Presenti l’assessore alla Solidarietà Sara Mengucci, il responsabile dell’Ambito Territoriale Sociale n. 1 Giuliano Tacchi, il responsabile U.O Assistenza e integrazione Corrado Cardelli e rappresentanti della cooperativa Irs l’Aurora.

L’Ambito Territoriale Sociale 1, in collaborazione con gli ambiti territoriali sociali, Comuni, Asur Area Vasta 1 – Dipartimento Dipendenze Patologiche e le cooperative sociali I.R.S. l’Aurora, Labirinto, Crescere, T41B, ha avviato lo scorso aprile un progetto di sensibilizzazione e prevenzione dei rischi legati al gioco di azzardo patologico, grazie al finanziamento regionale (DGR 1506/2013).

In Italia l’incidenza del gioco d’azzardo patologico (G.A.P) tra gli adulti riguarda l’1,2% della popolazione; negli ultimi anni si è riscontrato un proporzionale aumento di livello di consumo, abuso e dipendenza. Secondo i risultati di una ricerca del CONAGGA (Coordinamento nazionale gruppi giocatori d’azzardo), effettuata nel 2011 in Italia ci sono 800.000 giocatori patoogici e 2 milioni di giocatori a rischio. La situazione diventa più allarmante se si guarda a bambini e adolescenti.

Nonostante in Italia il gioco d’azzardo sia vietato ai minori di 18 anni, i dati emersi dall’ultima Indagine sulla Condizione dell’Infanzia e dell’Adolescenza (Rapporto Telefono Azzurro – Eurispes) e quelli prodotti dall’Osservatorio Nazionale sulla salute dell’infanzia e dell’adolescenza (Paido’ss), evidenziano una larga diffusione del fenomeno. Tra i molti dati, un aspetto interessante è che 1 su 10 dei soggetti bambini e adolescenti intervistati dichiara di giocare perché attratto dalla pubblicità.

Il forte aumento della pressione pubblicitaria ha determinato infatti una propensione al gioco d’azzardo con una conseguente crescita della patologia, attraverso lo sfruttamento di credenze e pensieri erronei e aspettative irrealistiche.

IL PROGETTO FUORI GIOCO

Presentazione di Fuori GiocoAll’interno di questo scenario è nato il progetto “Fuori gioco” le cui azioni perseguono una duplice finalità:

• sensibilizzare i cittadini e orientare le scelte dei consumatori verso quegli esercizi commerciali che non possiedono prodotti da gioco;

• prevenire i rischi di dipendenza da gioco negli adolescenti.

Le cooperative sociali hanno già iniziato a contattare gli esercenti della provincia di Pesaro e Urbino (circa 600 tra bar edicole, tabacchi, distribuzione alimentare) per censire quanti non possiedono prodotti da gioco e vogliono aderire al progetto; entreranno a far parte di una rete che promuoverà la loro attività attraverso:

• social network
• sito dedicato ( www.fuorigioco.provincia.ps.it)
• realizzazione di flash-mob
• newsletter periodica a tutte la associazioni di cittadinanza attiva coinvolte nella promozione del progetto.

Il 30 settembre a Pesaro si terrà la prima riunione allargata con i coordinatori d’ambito, i referenti dei Comuni, i referenti di associazioni e cooperative per costituire un tavolo tematico provinciale sul tema del gioco d’azzardo patologico e promuovere l’iniziativa sul territorio.

Per ciò che concerne l’intervento di prevenzione primaria, saranno coinvolti circa 1.000 studenti degli istituti secondari (di secondo grado) per i quali è stato costruito un gioco informatico ad hoc che li aiuterà a riflettere sui rischi della dipendenza da gioco.

A conclusione del percorso gli studenti potranno partecipare a eventi denominati “Fate il nostro gioco. La matematica del gioco d’azzardo”, condotti da Paolo Canova e Diego Rizzuto che insegneranno, con tecniche teatrali e modalità coinvolgenti, concetti statistici e probabilistici utili a porsi in maniera corretta ed equilibrata nei confronti del gioco d’azzardo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>