Volley, la splendida gita romana degli appassionati pesaresi: hanno tifato Italia e applaudito gli amici in maglia croata

di 

24 settembre 2014

Angelo Vercesi saluta Leo

Angelo Vercesi saluta Leo

PESARO – Hanno esultato per il successo (3-0) dell’Italia sulla Croazia, hanno applaudito le tante azzurre che sono cresciute a Pesaro, ma anche le ex in maglia a scacchi biancorossi. E hanno salutato Angelo Vercesi, ieri coach del primo scudetto pesarese, oggi alla guida della Croazia, e il suo assistente Carlinho. Soprattutto si sono divertiti  a vedere all’opera una splendida Cristina Chirichella, sicuramente il nome nuovo della pallavolo italiana, la ragazza che gioca sempre con il sorriso sulle labbra, la “piovra” che ha annichilito – con 5 muri – gli attacchi di Senna Usic e compagne. Per la giovane napoletana 9 punti, 3 meno di Piccinini, 2 meno di Carolina Costagrande, 1 meno di Diouf. Per le croate, 10 Poljak, 8 Senna Usic e Fabris, 6 Mia Jerkov, 2 per l’ex urbinate Brcic.

I tifosi pesaresi a San Pietro

I tifosi pesaresi a San Pietro

I magnifici tifosi pesaresi (nella foto sono in 7 perché l’ottavo, Filippo Masini, era impegnato a scattare la fotografia) hanno vissuto una bellissima giornata romana, tra turismo e volley. Soprattutto pallavolo, una loro grandissima passione. E non è detto che non si concedano il bis, magari a Modena, a vedere il Brasile di Ze Roberto, Sheilla e Jaqueline. Ovviamente, sempre tifando Italia.

A proposito: chissà che soddisfazione per Andrea Pistola, due anni fa allenatore della Kgs Pesaro, nel vedere Chirichella, che lui lanciò senza esitazioni titolare in serie A1, protagonista in un Campionato del Mondo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>