Capannone in eternit vicino alla scuola. Dallasta: “Nessun pericolo per i bambini, ma va monitorato”

di 

26 settembre 2014

Giovanni Dallasta*

Giovanni Dallasta, consigliere comunale Siamo Pesaro

Giovanni Dallasta, consigliere comunale Siamo Pesaro

PESARO – L’incapsulamento della copertura in eternit, del deposito di proprietà della parrocchia, posto in prossimità delle aule in cui sono stati temporaneamente spostati gli alunni della Scuola Rodari, ma soprattutto limitrofo anche alla Scuola Largo Baccelli, è stato eseguito perché dettato dalle Linee Guida della Regione Lombardia.

Infatti, a seguito di un approfondimento (accesso agli atti) delle analisi svolte da ditta specializzata, è emerso che il valore del manto di copertura, seppur non allarmante, comunque obbligava il proprietario ad un intervento di incapsulamento – anche per la vicinanza dello stabile ad aree sensibili (scuole).

Al momento non esiste un reale pericolo per la salute di tutti gli alunni, ma sicuramente tale copertura, dovrà essere monitorata.

Di fatto, anche quando la bonifica del tetto della Scuola Rodari sarà ultimata e quindi gli alunni torneranno nella vecchia sede, la Scuola Largo Baccelli dovrà comunque convivere con questo problema.

In qualità di consigliere e membro della Commissione Lavori pubblici, chiederò all’Amministrazione comunale – se non ha già provveduto-, di predisporre un monitoraggio di tale copertura in eternit e se necessario, per il futuro, programmarne anche la rimozione.

*Consigliere comunale SIAMO PESARO

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>