Pergola, Fiera Nazionale del Tartufo Bianco: cultura e cucina per un’altra edizione da record

di 

27 settembre 2014

La città dei Bronzi dorati si tuffa nel prelibato e gustoso profumo del diamante della terra con la 19esima edizione della Fiera Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato di Pergola.

È l’edizione della consapevolezza delle decine di migliaia di turisti che raggiungono Pergola ma anche che vengono per vedersi offrire l’oro della terra, il tartufo e i suoi derivati nella loro genuinità.

Dopo lo straordinario successo di pubblico delle precedenti edizione, oltre 50.000 presenze, grazie al rilancio fortemente voluto dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Baldelli, tutto è pronto per tre domeniche (5-12-19 ottobre) all’insegna della cultura e della cucina.

Casa Tartufo

Casa Tartufo

L’amministrazione comunale, ancora una volta, anche grazie alla collaborazione di Confcommercio, Camera di Commercio, Cia, Confartigianato, Cia, Regione e Provincia, ha ideato un ricchissimo programma con iniziative di assoluta qualità che saprà certamente attirare migliaia di turisti.

L’oro di Pergola torna a brillare nelle vie principali della città in una delle Fiere più importanti dedicate al principe della terra. Una mostra mercato di specialità enogastronomiche in costante crescita che ha raggiunto ben due chilometri di espositori di prodotti tipici di altissima qualità. Al suo centro la Casa del Tartufo, dove le migliori “firme” del tartufo pregiato espongono i loro “diamanti della terra” mentre, nel Ristorante “Marche da Mangiare”, allestito appositamente nel centro storico e curato dal patron de “Il Giardino” Massimo Biagiali, potranno essere degustate speciali pietanze a base di tartufo della migliore tradizione della nostra terra.

La Fiera Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato in queste ultime 5 edizioni – sottolinea orgoglioso il sindaco Francesco Baldelli – è cresciuta in maniera esponenziale sino a diventare non solo una Fiera Nazionale, ma anche una fra le più importanti vetrine Nazionali per la nostra Regione. Lo testimoniano molti fattori: il numero degli espositori in continuo aumento; le presenze sempre più numerose dei visitatori anche esteri; l’attenzione che i mezzi di comunicazione riservano alle tre domeniche dedicate al Tartufo. I dati dell’Osservatorio Regionale del Turismo confermano questo progresso: dal 2009 al 2013 a Pergola si è registrato un incremento degli arrivi di ben il 78,99% con un altrettanto

aumento delle presenze pari al 63,24%.

Anche quest’anno la Fiera si preannuncia ricchissima di iniziative e di ospiti, con l’obiettivo di valorizzare i migliori prodotti eno-gastronomici: dai vini, come il Pergola Doc, all’olio, dai formaggi alla afrodisiaca Visciolata di Pergola, ma il protagonista resta sempre il “Re dei sapori d’autunno, il Tartufo”.

Dopo il record di presenze dell’ultima edizione, Pergola è pronta ad ospitare ancora decine di migliaia di turisti provenienti da ogni parte d’Italia e non solo.

Aspettiamo tutti a Pergola per scoprire questa meravigliosa Fiera del Tartufo, per scoprire le tipicità locali, per visitare i nostri Bronzi Dorati – l’unico gruppo di bronzo dorato esistente al mondo – e le altre eccellenze architettoniche e paesaggistiche di questo nostro territorio”.

ARTE, CULTURA E CUCINA CON I MIGLIORI PRODOTTI DELLE MARCHE

Dopo lo straordinario successo di pubblico delle precedenti edizione, oltre 50.000 presenze, grazie al rilancio fortemente voluto dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Baldelli, è stata messa a punto la programmazione dell’edizione 2014 della Fiera Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato di Pergola, in Provincia di Pesaro-Urbino, che si aprirà domenica 5 ottobre, con un ricchissimo calendario ricco di iniziative di assoluta qualità che saprà certamente attirare migliaia di turisti.

Il tartufo a Pergola è un simbolo, un valore unico e riconoscibile della nostra terra, dice il sindaco Francesco Baldelli. Il tartufo di Pergola è infatti un prodotto di nicchia che la comunità sta promuovendo con grande impegno per farne uno dei volani dell’economia locale e di promozione e valorizzazione della Città.

Il giorno 5 ottobre aprirà i battenti la Fiera del Tartufo Bianco che poi proseguirà nelle domeniche del 12 e 19 ottobre.

Si spazierà dall’enogastronomia, con punti di degustazione, percorsi del gusto, sino alla cultura, con visite guidate alle bellezze artistiche e architettoniche della Città. Tre giornate che vedranno assoluto protagonista l’Oro dell’Entroterra pesarese, il Tartufo, e che saranno allietate da spettacoli, concerti, divertimenti per bambini e tanto altro.

Tra i principali eventi gastronomici in programma tre cene, a base di Tartufo Bianco di Pergola, realizzate da tre importanti cuochi marchigiani, che, grazie agli interventi in sala degli chef – sala curata dal patron de “Il Giardino” Massimo Biagiali – saranno anche un vero spettacolo, con degustazioni particolari di prodotti locali, critiche e commenti di noti gastronomi italiani.

I cuochi invitati sono: Errico Recanati, Vittorio Serritelli e Riccardo Agostini.

In ciascuna delle tre cene, in programma nelle tre domeniche del 5 – 12 e 19 ottobre 2014, il tartufo sarà proposto in accurati menu in abbinamento con:

– Latticini, e, in particolare, con burro e formaggio;

– Uova e patate;

– Carni bianche di animali di bassa corte.

Gli abbinamenti sono stati appositamente studiati per esaltare al massimo la gamma di aromi del tartufo bianco. Ancor più dei funghi, i tartufi sono infatti un concentrato d’aroma, senza tuttavia avere un sapore specifico. Per questo sono stati individuati dei cibi che ne riescano a esaltare le caratteristiche. Come noto, ad esempio, un eccellente abbinamento del tartufo bianco è con le uova al tegamino, perché i grassi del burro e quelli presenti nel tuorlo, con il calore moderato, si legano alle molecole del tartufo e sprigionano profumi intensi e travolgenti. Uova e tartufo sono uno degli abbinamenti più conosciuti al mondo, un modo per gustare il profumatissimo tubero senza preparazioni complicate ed esaltandone al massimo il sapore. Naturalmente, quando si preparano piatti così semplici, risulta essenziale utilizzare ingredienti di prim’ordine. Lo stesso vale per molte carni bianche e per i formaggi. Questi ultimi non devono mai avere un sapore troppo forte e troppo preponderante rispetto al tubero. I formaggi che meglio si sposano con il tartufo sono i formaggi di media stagionatura meglio quindi ragusano, un Bra tenero, un caciocavallo semi stagionato, sapendo che, ad esaltare il sapore del tartufo, sono gli elementi grassi dei latticini, il burro fuso e il parmigiano con i quali il tartufo bianco, che non va mai cotto, crea un perfetto legame. Abbinando il tartufo bianco ai formaggi è opportuno evitare la panna, che ne coprirebbe l’aroma, così come qualsiasi formaggio che abbia un sapore troppo complesso e preponderante.

IDEAZIONE

Flavio Cerioni

REALIZZAZIONE E CURA

Alfredo Antonaros

TRE FAMOSI CHEF PROTAGONISTI NEL RISTORANTE MARCHE DA MANGIARE

Ad interpretare dunque il territorio e i suoi prodotti, e tra questi, in particolare, il tartufo, sono stati chiamati TRE CUOCHI di ECCELLENZA:

Errico Recanati, chef del ristorante Andreina di Loreto. Dopo una lunga storia professionale (stages con Vissani, Lehman) è cresciuto come un cuoco autentico, estroverso e passionale, sincero e rigoroso: il suo, più che una filosofia, è l’impegno quotidiano a trasmettere emozioni e sensazioni, attraverso l’uso di materie prime di ottima qualità. La sua è una cucina dai sapori autentici, frutto di una profonda ricerca sulla grande varietà di prodotti del suolo marchigiano, che uniti con cura e sapienza danno vita ad originali creazioni.

Vittorio Serritelli è chef e docente dell’Istituto Professionale Alberghiero A. Panzini di Senigallia. E’ attualmente anche coordinatore dei servizi ristorativi dell’Istituto.

Numerose le sue esperienze all’estero che gli hanno consentito di trovare nuove soluzioni al rapporto tra tradizione e innovazione in cucina.

Una tradizione che continua ad essere un grande vanto della cucina regionale nonchè l’esplorazione di percorsi gastronomici innovativi, e, per certi versi, “rivoluzionari”.

Riccardo Agostini è patron e chef del ristorante Il Piastrino di

Pennabilli (RN), sulle colline tra Romagna e Marche dove è nato. Dopo una esperienza accanto a Luigi Sartini, alla Taverna Righi di San Marino, è stato per 10 anni braccio destro di Gianfranco Vissani.

Approda poi al Povero Diavolo di Torriana.

Oggi, accanto alla moglie Claudia, nel ristorante Il Piastrino propone una cucina raffinata,

colta, leggera e intelligente, risultato di ricette semplici e allo stesso tempo gourmet.

Per info e prenotazioni alla cena con gli chef tel. 0721.776803

IL RISPETTO PER IL TARTUFO PREGIATO

RESPECT: Un termine molto attuale.

Lo si vede e lo si chiede nello sport, soprattutto nei campi di calcio. Un termine coniato per combattere il razzismo e per promuovere la lealtà.

Rispetto è quello che il sindaco di Pergola, unitamente alla sua amministrazione, mi ha chiesto quando ha deciso di commissionare la gestione della ristorazione nella prossima Fiera del Tartufo che si terrà nei giorni, 5-12-19 ottobre.

Rispetto e promozione del prodotto trovato in loco, rispetto per tutti coloro che verranno a degustare i piatti a base di tartufo. Sì, perché dietro ad un prodotto così raro e così caro, esiste a volte una speculazione che porta a sostituire il prodotto originale con soluzioni di sintesi che poco hanno a che fare con il tartufo, ed il più delle volte possono essere nocive alla salute. Capita spessissimo di assaggiare alle fiere piatti confezionati con aggiunta di oli aromatizzati al tartufo ed altri succedanei che danno un sapore ed un odore agliaceo e metallico, spacciati come originali ma difficili da digerire e che ritornano in bocca con una sensazione poco piacevole o addirittura disgustoso.

Il tartufo è cibo regale e merita rispetto.

Pertanto chi pretende di acquistarlo a basso prezzo inevitabilmente compra un prodotto il più delle volte “taroccato” e di dubbia provenienza, lavorato con estratti che apportano odori che nulla hanno a che fare con i profumi originali dei tuberi trovati nei territori di Pergola.

Fondamentalmente il tartufo bianco è essenzialmente profumo, e solo dopo, anche gusto. Va benissimo con cibi che hanno in sé il sapore originario, come le uova, le tagliatelle rigorosamente in bianco, il risotto mantecato con formaggi leggeri tipo la Casciotta d’Urbino ed il Parmigiano Reggiano, con gnocchi di patate, con frutta secca come le noci, la nocciola, i pinoli, i pistacchi, con crostini di pane a lievitazione naturale, conditi con brodo, fondutina leggera e, volendo, anche alici sminuzzate.

I piatti più delle volte devono essere preparati con tecnica di cottura dove il vapore assume importanza vitale in quanto è conduttore del profumo del tartufo. Quindi servire i piatti coperti non è un vezzo del ristoratore ma una necessità perché il vapore che si forma esalta il profumo del piatto.

Ecco quindi interpretato il pensiero di un’Amministrazione che vuole distinguersi promuovendo, attraverso la semplicità e la professionalità, il sapore vero del prezioso tartufo di Pergola.

Massimo Biagiali

L’ORO ALLA PORTATA DI TUTTI

SPECIALE PACCHETTO: CULTURA & CUCINA € 18,00

Il Sindaco del Comune di Pergola, Francesco Baldelli, ha deciso quest’anno di inaugurare un’iniziativa di grande interesse: pagando un biglietto di 18 euro (non obbligatorio, in quanto l’ingresso alla fiera è libero) il pubblico avrà diritto ad entrare nel Museo per visitare la splendida pinacoteca e vedere lo straordinario Gruppo bronzeo ricoperto d’oro – composto da due condottieri a cavallo, di cui uno integro e di proporzioni perfette, accompagnati da due figure femminili – e potrà degustare, all’interno del Ristorante “Marche da Mangiare”, appositamente allestito in Piazza IV Novembre, un abbinamento di un primo e secondo piatto di qualità a base di Tartufo Pregiato elaborati dagli chef di Massimo Biagiali patron del Ristorante “Il Giardino”.

Intanto le Sfogline locali terranno piccoli corsi di preparazione delle famose tagliatelle fatte a mano che stanno alla base della tradizione culinaria locale. Ecco dunque che i mestieri di un tempo e ciò che una volta costituiva il cibo più comune e povero della cucina delle famiglie, oggi diventano specialità assolute e ricchezza di un intero territorio: la pasta fatta a mano è ormai una rarità che si ritrova in poche famiglie e il tartufo che una volta era considerato “la patata che puzza” data in pasto ai maiali, ora è oro colato e ogni anno le zone vocate se ne disputano il primato di produzione e di qualità. Pergola, proprio grazie al suo vastissimo territorio, può offrire una produzione annuale di estrema importanza e qualità e questo valore viene messo in risalto proprio attraverso questa Fiera che intreccia cibo e cultura, naturalmente in abbinamento alle eccellenze enologiche marchigiane, grazie al contributo dell’Istituto Marchigiano di Tutela Vini.

Vi aspettiamo nella Piazza del Gusto presso il Ristorante “Marche da Mangiare”.

Programma

5 ottobre

10 – Apertura Stand Espositivi

10.30 – Apertura punti degustazione Prodotti di Qualità

11 – Corso Matteotti: Apertura Mostra Micologica e delle Erbe Spontanee a cura dell’Associazione Micologica Pergola-Alta ValCesano

13 – Pranzo nei Ristoranti del Centro Storico e degustazioni di qualità nella Piazza del Gusto “Marche da Mangiare” con la professionalità di Massimo Biagiali e l’esibizione delle Sfogline

15 – Piazza Leopardi: L’Angolo del Divertimento

La Città dei Bambini, un mondo di gonfiabili e animazione per i più piccoli con Tira e Molla

16 – Intrattenimento musicale per le vie della Città Banda Città di Pergola

17.30 – Piazza Battisti: “Il Re degli Ignoranti” con Maurizio Schweizer Europe Live Tour. Tributo ad Adriano Celentano

19 – Cena nei Ristoranti del Centro Storico

20 – L’Oro di Pergola: Cena su prenotazione a base di Tartufo Pregiato, curata da tre prestigiosi chef marchigiani (max 50 posti – tel. 0721.776803)

12 ottobre

10 – Apertura stan espositivi

10.30 – Apertura punti degustazione Prodotti di Qualità

11 – Corso Matteotti: Apertura Mostra Micologica e delle Erbe Spontanee a cura dell’Associazione Micologica Pergola-Alta ValCesano

13 – Pranzo nei Ristoranti del Centro Storico e degustazioni di qualità nella Piazza del Gusto “Marche da Mangiare” con la professionalità di Massimo Biagiali e l’esibizione delle Sfogline

15 – Piazza Leopardi: L’Angolo del Divertimento

La Città dei Bambini, un mondo di gonfiabili e animazione per i più piccoli con Tira e Molla

17.30 – Piazza Battisti: dal successo di Zelig il comico Pino Campagna accompagnato dalla Believers Band

19 – Cena nei Ristoranti del Centro Storico

20 – L’Oro di Pergola: Cena su prenotazione a base di Tartufo Pregiato, curata da tre prestigiosi chef marchigiani (max 50 posti – tel. 0721.776803)

19 ottobre

9.30 – 4a Escursione Cicloturistica “Città del Tartufo” in mountain bike. Info: Massimo 335.7025411

10 – Apertura Stand Espositivi

10.30 – Apertura punti degustazione Prodotti di Qualità

11 – Museo dei Bronzi Dorati “Gli Ori di Pergola”

Premiazione del migliore elaborato degli alunni dell’Istituto Comprensivo di Pergola

11 – Corso Matteotti: Apertura Mostra Micologica e delle Erbe Spontanee a cura dell’Associazione Micologica Pergola-Alta ValCesano

13 – Pranzo nei Ristoranti del Centro Storico e degustazioni di qualità nella Piazza del Gusto “Marche da Mangiare” con la professionalità di Massimo Biagiali e l’esibizione delle Sfogline

15 – Piazza Leopardi: L’Angolo del Divertimento

La Città dei Bambini, un mondo di gonfiabili e animazione per i più piccoli con Tira e Molla

17.30 – Piazza Battisti: Stefano Ligi in Concerto. Omaggio alla Canzone d’autore italiana

19 – Cena nei Ristoranti del Centro Storico

20 – L’Oro di Pergola: Cena su prenotazione a base di Tartufo Pregiato, curata da tre prestigiosi chef marchigiani (max 50 posti – tel. 0721.776803)

DAL TARTUFO PREGIATO AI FUNGHI e ALLE ERBE SPONTANEE DEI NOSTRI BOSCHI

Mostra a cura dell’Associazione Micologica Pergola – Alta ValCesano

All’interno della Fiera Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato di Pergola, che è uno dei più importanti appuntamenti nazionali legati al tartufo,viene proposta ormai da anni una interessante mostra micologica e delle erbe spontanee che è fortemente sostenuta dal Comune di Pergola e dall’attivissima Associazione Micologica di Pergola – Alta Val-Cesano. Una pregevole iniziativa che dimostra l’impegno culturale di questa cittadina nell’ambito sociale e nel più ampio spaccato delle mostre didattico-divulgative nel settore dei funghi e delle erbe spontanee. Tali mostre sono un mezzo fondamentale per la conoscenza in qualsiasi campo della cultura umana, poiché permettono un’esperienza diretta con la materia trattata: ossia l’incontro e il confronto con la realtà oggettiva, la risoluzione a tanti dubbi e la scoperta di quello che neanche si immaginava. Quindi un elogio a Pergola ed un’esortazione che questo diventi una buona regola anche per altri, perché la divulgazione del sapere è uno strumento insostituibile per la continuità e l’evoluzione della cultura senza la quale saremmo tutti delle creature intelligenti ma inconsapevoli.

 

La Pro Loco il 3, 4, 5 ottobre organizza un grande raduno camper. Info: www.prolocopergola.it.

Informazioni: www.pergolainforma.itwww.comune.pergola.pu.it Ufficio Iat – Turismo Pergola: 389.0014878 – turismo.pergola@gmail.com

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>