Bonvini soddisfatto: “Per un quarto d’ora abbiamo giocato da grande squadra, con noi soffriranno in tanti”. E Bacci se la prende con l’arbitro e se ne va

di 

28 settembre 2014

Ferruccio Bonvini, allenatore della Vis Pesaro

Ferruccio Bonvini, allenatore della Vis Pesaro

PESARO – “Per un quarto d’ora, il primo, abbiamo giocato da grande squadra”. Così Ferruccio Bonvini, l’allenatore della Vis Pesaro, che ha impattato 1-1 al Benelli con la Jesina. “Abbiamo subito creato tre o quattro palle gol nitide che non abbiamo sfruttato. Nel calcio, però, può succedere di venir punito alla prima occasione, e così è successo, coi nostri avversari che ci hanno sì parzialmente limitato ma hanno segnato alla prima occasione concessa o quasi. Sostanzialmente sono soddisfatto perché poi abbiamo avuto la forza di andare a riprenderci un pareggio che considero strameritato, grazie a un rigore che mi è sembrato nettissimo. Dobbiamo lavorare: ci mancano cinismo e cattiveria sottoporta. Vagnini? In settimana l’avevo visto in grande crescita, così come tutta la squadra, e gli ho dato fiducia, anche perché la sua fisicità poteva essere utile per fronteggiare la stazza di Traini. E’ andato alla grande, sostituito nel finale solo perché colpito da crampi. Bottazzo? Ha valori importanti. Gli ho detto di fare le cose semplici e così è stato. Sono contento, anche se ovviamente una vittoria mi avrebbe reso più felice. Comunque una cosa tengo a dirla: io sono soddisfatto di questa rosa. Faremo soffrire tante squadre”.

Andrea Brighi: “Volevamo fortemente la vittoria ma per come si era messa ci prendiamo questo punto. Abbiamo disputato una buonissima partita a cui è mancato solo il gol su azione. E’ un periodo che gira così ma il vento cambierà… ne sono sicuro”.

Giorgio Vagnini: “Grandissima emozione. Contento che il mister mi abbia dato fiducia. Ringrazio lui e i compagni che mi hanno reso le cose semplici”.

Infuriato Francesco Bacci, tecnico della Jesina: “Vis e Jesina dovranno lottare fino all’ultimo minuto dell’ultima giornata. Credo che il risultato odierno non sia stato deciso dai giocatori in campo ma dall’arbitro. Francia ha commesso un’ingenuità? Trattenute così ce ne sono 100 a partita. Così non va. In settimana ci alleniamo per giocare undici contro undici, non dodici contro undici. Basta guardare il calendario e gli arbitraggi che abbiamo avuto sino ad oggi. Adesso vi ringrazio, vi saluto, scusatemi, ma me ne vado”. Ogni commento è superfluo.

 

 

Un commento to “Bonvini soddisfatto: “Per un quarto d’ora abbiamo giocato da grande squadra, con noi soffriranno in tanti”. E Bacci se la prende con l’arbitro e se ne va”

  1. Vecchia maniera scrive:

    Soddisfatto? Grande mister! Per un quarto d’ora abbiamo giocato alla grande! Peccato che le partite durano 90 minuti e soprattutto lo scopo è fare gol! Ma non importa mister! Abbiamo una rosa soddisfacente! Retrocederemo soddisfatti e i tifosi canteranno grazie lo stesso! Queste affermazioni offendono l’intelligenza media del tifoso, basta di raccontare favolette a cui credi solo tu e il direttore (ovvio sei pagato anche per fare l’aziendalista ). La realtà è sotto gli occhi di tutti. Purtroppo. Che tristezza…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>