Tra i Comuni meno tassati c’è San Lorenzo in campo. Il sindaco: “Presto opere importanti”

di 

29 settembre 2014

Davide Dellonti, sindaco di San Lorenzo in Campo

Davide Dellonti, sindaco di San Lorenzo in Campo

SAN LORENZO IN CAMPO – San Lorenzo in Campo si candida a essere uno dei Comuni con la tassazione più bassa dell’intera provincia pesarese. Emerge dal bilancio di previsione che verrà approvato questa sera in consiglio comunale.

La giunta guidata dal sindaco Davide Dellonti ha mantenuto molto bassa la pressione fiscale sui cittadini e al contempo, con il piano triennale delle opere pubbliche, pensa al futuro che sarà caratterizzato da importanti interventi che riguarderanno capoluogo e frazioni.

“Nonostante i pesanti tagli del governo, rispetto al 2013 ben 150mila euro in meno di trasferimenti – spiega il sindaco Davide Dellonti – siamo riusciti a mantenere invariate le aliquote Irpef e Imu, così come le tariffe dei servizi a domanda individuale, dalla mensa al trasporto scolastico, dai campi solari al nido. Una scelta precisa in questo periodo di gravi difficoltà economiche per tante famiglie. Grande attenzione anche per il sociale, settore nel quale non mancano purtroppo le emergenze.

Un quadro complesso che tuttavia non ci ha impedito di mettere a punto un piano delle opere pubbliche importante e ambizioso”.

Le aliquote Imu sono 9.50 sulla seconda casa, 8.40 attività commerciali-industriali, il massimo, 10.60, per gli impianti fotovoltaici a terra. Dellonti si sofferma sulla Tari.

“E’ stata in parte rimodulata per andare incontro alle esigenze di chi abita in campagna che usufruisce di un servizio più discontinuo.

Pagheranno meno anche le attività commerciali e produttive, è stata innalzata la detrazione per le case non abitate in maniera continua. Confermata la detrazione del 30% per i locali “no slot”: bar, caffè, pasticcerie che dimostrino di non avere installato apparecchi per il gioco lecito o di averli rimossi. Inoltre, è stata ridotta del 25% per chi avvia un’attività commerciale nel centro storico”.

Dellonti poi si sofferma sulla Tasi. “Non pagheranno commercianti, artigiani, agricoltori, imprenditori e sono previste detrazioni per portatori di handicap, invalidi al 100%, beneficiari legge 104 e 30 euro per ogni figlio fino a 26 anni residente nell’abitazione principale”.

Infine, il sindaco espone con orgoglio gli interventi inseriti nel Piano delle opere pubbliche.

“Sono opere di grande importanza, ad iniziare dalla ristrutturazione della scuola materna per un importo di 950mila euro. Per l’intervento usufruiremo di un finanziamento della Protezione civile di 652.500.

Altri 150mila euro saranno impiegati per realizzare uno scolmatore che andrà a risolvere le ormai annose problematiche che si registrano per le forti piogge in via Marzabotto, Cefalonia e Molino e nelle zone vicine. Sempre per quanto riguarda i lavori, metteremo mano alle strade comunali e vicinali particolarmente danneggiate dal maltempo.

L’attenzione nel settore dei lavori pubblici e della manutenzione è massima, tanto che abbiamo prolungato la collaborazione con un dipendente a cui scadeva la mobilità.

Per quanto riguarda il capoluogo realizzeremo un intervento atteso da decenni: il rifacimento del viale Regina Margherita, dal marciapiede all’arredo urbano”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>