King, nuovo capitolo: la Finanza sequestra oltre 1 milione di euro per imposte non versate. La soddisfazione della Fiom

di 

1 ottobre 2014

FANO – Nella mattinata odierna, i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Pesaro hanno proceduto all’esecuzione di numerosi decreti di perquisizione e sequestro nei confronti degli amministratori della società King s.r.l., azienda metalmeccanica di Fano (PU), specializzata nella componentistica navale, recentemente salita agli onori della cronaca per aver cessato improvvisamente la propria attività, lasciando così a casa diverse decine di dipendenti privi di occupazione.

Le indagini, sviluppate dal Nucleo di Polizia Tributaria di Pesaro e coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pesaro, hanno consentito di accertare che gli amministratori della King s.r.l. non avevano versato all’Erario le ritenute d’imposta relative alle retribuzioni dei dipendenti per gli anni 2011, 2012 e 2013 per un ammontare complessivo di circa 1 milione di euro.

Nel corso delle operazioni è stato eseguito il sequestro preventivo per equivalente, disposto dal G.I.P. presso il Tribunale di Pesaro, di beni e disponibilità finanziarie fino alla somma di 1 milione di euro.

Le attività odierne, effettuate a Pesaro, Fano, Macerata, Ancona, Viterbo e Roma hanno visto l’impiego di oltre 40 finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Pesaro.

King Srl, la soddisfazione dei sindacati per l’operazione della Guardia di Finanza

PESARO – Le organizzazioni sindacali Fiom Cgil e Fim Cisl intervengono per commentare i risultati di una operazione condotta dalla Guardia di Finanza sulla ditta King srl.

“Secondo quanto abbiamo appreso – scrivono in una nota -, grazie ad una operazione della Guardia di finanza di Pesaro, la nebbia che ha avvolto la vicenda della ditta King srl e dei suoi amministratori finalmente comincia a diradarsi.

L’intervento del Comando provinciale (al quale avevamo presentato un esposto) ha portato al sequestro, secondo quanto ci risulta, di beni e disponibilità finanziarie per oltre un milione di euro, per le imposte non versate all’Erario, relative alle retribuzioni dei dipendenti negli anni 2011, 2012 e 2013”.

Per la segretaria della Fiom Cgil provinciale Cinzia Massetti : “Sulla vicenda King srl sta finalmente emergendo quanto abbiamo spesso segnalato e ripetuto in numerose occasioni. Oltre a fare piena luce su questo caso, ci auguriamo che un certo “modo di fare impresa”, resti un caso isolato e non si estenda sul nostro territorio. I costi della mala gestione, infatti, ricadono sempre sui lavoratori e sulla collettività. Questo, secondo noi, è inaccettabile”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>