Giovane marito uccide la moglie a coltellate e si suicida. Dramma vissuto tra San Giovanni Marignano e Cattolica

di 

4 ottobre 2014

CATTOLICA – Atroce omicidio-suicidio a Cattolica, oggi pomeriggio, in via Cabral. L’orrore si è verificato al civico 63, nei pressi del Centro Commerciale Diamante intorno alle 15.30. Ancora parziale la ricostruzione dei fatti: Raffaele Ottaviani, 29 anni, avrebbe ucciso sua moglie, Ivana Intilla, 26 anni, con un coltello e poi subito dopo avrebbe deciso di suicidarsi. Lui, originario di Montalbano, aveva una rottamazione insieme ai Fratelli a San Giovanni Marignano, lei invece era di origine siciliana ma da anni viveva in zona e aveva lavorato in un bar di Cattolica. Sconvolti i vicini di casa e le reciproche famiglie: i due lasciano due bambini di 3 anni.

A trovare i cadaveri è stata la mamma della sposa la quale, non ricevendo risposta al telefono dalla figlia dopo ripetute chiamate, si è precipitata a casa ed ha trovato i gemellini di circa 3 anni che bussavano alle vetrate della cucina perché chiusi dentro. Quindi ha chiamato i carabinieri ed il 118 ma sia la figlia che il genero erano già morti.

Raffaele Ottaviani, inisieme ai fratelli, gestiva un’azienda a Montalbano di San Giovanni in Marignano per la raccolta e lo smaltimento di materiali ferrosi. La moglie Ivana, ha lavorato come barista fino a poco tempo fa in un bar di Cattolica.

Da notizie raccolte sul posto, i vicini ed anche i genitori sapevano delle continue liti tra i coniugi, forse per quello la mamma di lei oggi si è preoccupata ed è corsa a casa della figlia scoprendo la tragedia che era già avvenuta.

E’ intervenuto anche il sindaco di Cattolica Cecchini sul posto, per provvedere all’affidamento temporaneo dei bambini.

Il medico legale è giunto verso le 19 ed è uscito dopo un’ora abbondante.

Poi sono entrati gli addetti alla pompe funebri della ditta Marzocchi di Cattolica che hanno provveduto a prelevare i corpi per portarli in obitorio.

LE FOTO DI AMATO BALLANTE

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>