Dal nostro “infiltrato speciale” a Magny Cours: il team di Aspar Martinez perde Terol che passa in Ducati

di 

5 ottobre 2014

Nico Terol (foto tratta dal web)

Nico Terol (foto tratta dal web)

Domani sul tracciato francese torna in pista la Sbk con la 11esima gara di stagione, quella che potrebbe laureare Tom Sykes campione del mondo ma, prima, parliamo di mercato.

Il nostro “infiltrato speciale” sul circuito transalpino ci ha comunicato, in anteprima assoluta, che il Team di Aspar Martinez nel 2015 non avrà tra le sue fila Nicolas  Terol, pilota spagnolo che debuttò nel Mondiale nel 2004.

L’iberico, nato a Alcoy nel 1988 e che quest’anno è in lizza in Moto 2 con il team Mapfre di Aspar, passerà alla Ducati in Sbk con il team Althea Racing che potrà vantare la collaborazione ufficiale dell’Ingegner Gigi  Dall’ Igna.

Un buon colpo per la Sbk che porta con se un pilota che all’inizio di quest’anno vantava un palmares di 16 vittorie iridate ( 3 in moto 2 e 13 in 125).

Oggi a Magny Cours erano numerosi i piloti della MotoGp presenti perché in cerca di una sella per il prossimo anno, tra loro anche il sammarinese Alex de Angelis il quale, dopo l’ufficializzazione della firma di Loris Baz, che passa dalla Sbk alla MotoGp con la Forward Yamaha nel 2015, si è trovato spiazzato e senza un manubrio per la prossima stagione. Ma Alex è uno che non dovrebbe faticare a trovare un team per l’anno venturo.

Tornando alla prove di oggi il migliore in Sbk è stato Sykes, autore della pole nonostante una scivolata. Il pilota Kawasaki, che ha un vantaggio di 31 lunghezze sull’immediato inseguitore Guintoli, domani potrebbe laureasi campione del mondo con due gare di anticipo grazie anche ai grandi pasticci combinati quest’anno dalla Aprilia e dai suoi piloti.

Secondi posto al via domani per Giugliano in sella alla Ducati, chiude al prima fila Rea.

Quarto tempo per Davies con l’altra Ducati, quindi Guintoli con al fianco Melandri a chiudere la seconda fila, buon 15esimo il romagnolo Lorenzo Lanzi.

Da segnalare la pole in Superstock 1000 di Lorenzo Savadori con la Kawasaki del team Pedercini, anche lui in lizza per il titolo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>