A Borgo Pace si torna indietro di 10 mila anni, ValdericArte ospita la tavola rotonda creativa “Paleo… una filosofia di vita”

di 

7 ottobre 2014

BORGO PACE – Un altro evento di rilievo nazionale, dopo il “Paleo Day” dell’agosto scorso, tornerà ad animare la piccola valle di Valderica di Lamoli, nel comune di Borgo Pace (PU). L’associazione culturale ValdericArte Creative Residence, prima e unica struttura ricettiva “Paleo” in Italia, ospiterà sabato 11 ottobre 2014, a partire dalle ore 15, la prima Tavola Rotonda Creativa nazionale dal titolo “Paleo… una filosofia di vita”, di cui è anche organizzatrice. Un appuntamento assolutamente unico nel suo genere durante il quale le lancette dell’orologio si sposteranno indietro di circa 10 mila anni, riportandoci agli albori della civiltà allorquando i nostri antenati “cacciatori-raccoglitori”, pur vivendo allo stato brado e cibandosi accidentalmente di animali selvatici, pesci, frutta e verdura, erano più sani e forti dell’uomo contemporaneo, pressoché immuni da tutte quelle malattie gravi e ad alto tasso di mortalità, andate poi diffondendosi in maniera inarrestabile con l’avanzata del progresso. Esperti provenienti da tutta Italia accompagneranno i presenti in un avvincente viaggio alla scoperta del mondo “Paleo” e dei suoi angoli più nascosti. Dopo i saluti delle autorità, del presidente di Slow Food Marche, Ugo Pazzi, e dell’amministratore unico dell’Assam (Agenzia per i Servizi nel Settore Agroalimentare delle Marche), Gianluca Carrabs, interverranno, tra gli altri, il docente universitario Massimo Pandolfi, tra i massimi esperti di gestione e conservazione della biodiversità nonché appassionato “cacciatore” di sapori e ricette perdute, che illustrerà sotto il profilo scientifico il sistema naturalistico-alimentare e le condizioni di vita dei Paleolitici che vissero in questa zona appenninica al confine tra le Marche e l’Umbria, tra la Massa Trabaria e l’Alpe della Luna; il medico ed esperto di alimentazione Emidio Troiani, già cardiologo presso uno dei centri Cardiologici e Cardiochirurgici più quotati d’Italia, la Casa di Cura Villa Maria Cecilia di Cotignola (RA), e presso il reparto Cardiologia dell’Ospedale di Stato della Repubblica di San Marino, che esporrà il punto di vista della scienza medica rispetto alla “Dieta Paleo” quale possibile strumento di prevenzione delle malattie cardiovascolari, infarti e ictus in primis, che già oggi rappresentano uno dei principali fattori di decessi e che, secondo uno studio della World Heart Federation, saranno responsabili entro 15 anni di almeno 23 milioni di morti premature in tutto il mondo, per una spesa complessiva a carico dei Sistemi sanitari pubblici pari a 1 miliardo di dollari; il biochimico Paolo Antinoli, di Verona, co-fondatore e amministratore di un gruppo che si occupa di psoriasi – “Psoriasi-fattori scatenanti, l’alternativa naturale” – e che ha già raggiunto oltre i 7 mila iscritti, si soffermerà, invece, sull’efficacia della “Dieta Paleo” rispetto alla cura delle malattie autoimmuni della pelle, anche con l’ausilio di dati raccolti su migliaia di persone, e sui significativi risparmi che una corretta e sana alimentazione, unita a una riduzione dello stress, può generare per il Servizio Sanitario Nazionale; infine, il noto blogger romano Leonardo Rubini, letteralmente “prigioniero” di una malattia che non gli ha dato tregua per lunghi anni, trasformando la sua vita in un doloroso calvario dominato dalle medicine, fino a quando non si è reso conto che la soluzione stava nell’alimentazione, svelerà consigli e segreti utili per vivere bene, in armonia con se stessi e con l’ambiente circostante. Non mancheranno testimonianze dirette di persone che si sono già avvicinate al mondo “Paleo”, oltre a dimostrazioni pratiche e interattive “Paleo” di Cecilia Paciaroni e Matteo Diamantini del gruppo “La Storia toccata con mano”, curatori tra l’altro di un progetto didattico-sperimentale nell’ambito del Museo Archeologico di San Severino Marche (MC). Durante la giornata, saranno poi presentati ufficialmente l’Associazione Paleo Italia (API), costituitasi nei giorni scorsi e con sede proprio a Valderica, e le sue finalità, il marchio “Paleo” e la “Carta Paleo”, che rappresenterà uno dei principali pilastri dell’azione associativa. La giornata proseguirà con la suggestiva accensione “Paleo” del fuoco, che farà da preludio alla “Paleo cena” e a una proiezione sempre “Paleo” con dibattito. Inoltre, in occasione della 51ª edizione della Mostra Nazionale del Tartufo bianco pregiato delle Marche, ValdericArte presenterà domenica 12 ottobre, a partire dalle ore 10, a Sant’Angelo in Vado (PU), nell’ambito del “TartufArte Festival”, una grotta dalla stessa progettata e realizzata, all’interno della quale i visitatori potranno entrare in contatto con pratiche e attività tipiche dell’Età della pietra quali la scheggiatura della selce, la macinatura dei minerali, la modellazione con l’argilla di oggetti, l’utilizzo di strumenti come trapano volano e bulino, la dimostrazione di pitture rupestri e l’accensione del fuoco.

Per informazioni:

www.valdericarte.com

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>