Puliamo la ciclabile Pesaro-Fano: esperienza bella, condivisa e utile. Savelli: “La città è nostra, basta la buona volontà”

di 

9 ottobre 2014

È’ stata un’esperienza bella e condivisa. “Puliamo il Mondo, Puliamo la ciclabile Fano Pesaro. Puliamo il Mondo è l’edizione italiana di Clean up the World, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del pianeta. L’iniziativa organizzata sabato scorso dalla lista civica Noicittà coadiuvata da Noigiovani e in sinergia con Legambiente, Argonauta, WWF Marche, più le associazioni culturali “La mimosa”, “Lupus in fabula”, “For bici”, “Panzer la centinarolese” e il gruppo podistico Fano corre, ha visto coinvolte una trentina di cittadini fanesi di tutte le età che, di buon mattino e con la “ benedizione” del Sindaco Massimo Seri, si sono ritrovate al ponte dell’ Arzilla armate di rastrelli, falcette, scope e pale. L’obiettivo? La pulizia della ciclabile fino a fossosejore. Le attività sono state diverse e faticose, ma non hanno fermato l’impegno dei volontari che si sono messi a disposizione, dedicando del proprio tempo personale: non solo erbacce cresciute a dismisura, sabbia trasportata dal vento e rifiuti abbandonati, ma anche le tante canne che, lunghe e piegate sulla ciclabile, intralciavano il percorso rendendo alcuni tratti della pista pericolosi se non addirittura impraticabili! “Il messaggio che vogliamo trasmettere è quello di una maggiore consapevolezza, responsabilità e senso civico” – afferma Marco Savelli, Presidente di Noicittà. “ La città è di tutti” –continua Savelli –“pertanto deve essere impegno di tutti prendersene cura! In un momento di crisi e difficoltà economica come questo, non possiamo tirarci indietro e scaricare tutto sulla Pubblica Amministrazione. Poi, è naturale, ognuno fa quel che può, in base alle proprie energie e risorse!” Bastano buona volontà, allegria e una bella giornata di sole. E il gioco è fatto! Non solo la pista ha ritrovato pulizia e decoro, ma è anche stata ripristinata la sua sicurezza, il tutto in completa sintonia con ciclisti e pedoni che hanno avuto la possibilità di continuare a percorrere il tratto nonostante gli interventi in atto. Alcuni osservavano stupiti, altri si complimentavano, altri ancora chiedevano informazioni circa la prossima iniziativa. “ Non c’è da stupirsi che alcuni cittadini sentano il desiderio di dare una mano al mantenimento e buon funzionamento degli spazi cittadini” conclude Savelli- “ La città è nostra ed è nostro dovere prendercene cura! Non è detto che sia solo sacrificio o tempo sprecato; per i volontari è stata anche l’occasione di conoscersi e fare due risate.” L’unione dell’utile al dilettevole!

LE FOTO

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>