Via dell’Acquedotto terra di nessuno: rom accoltellato e rapinato, rintracciati i colpevoli. Richiesta l’espulsione per tutti

di 

9 ottobre 2014

PESARO – Via dell’Acquedotto terra di nessuno? Sempre di più. L’altra notte si è scatenata una faida tra rom che chiedono l’elemosina, forse per invasione di “territorio” di lavoro. Un rumeno di 50 è stato picchiato da un connazionale di 51 anni, è stato ferito da una coltellata al mento e si è visto sottrarre il borsello con i proventi dell’elemosina: 150 euro.

L’uomo, ferito, si è recato in Questura per denunciare l’accaduto e la polizia, poco dopo, ha individuato l’aggressore che “alloggiava” in una macchina in compagnia di una motosega rubata. E’ stato fermato con l’accusa di rapina aggravata, lesioni, porto abusivo di coltello. Nei guai anche una donna, che dormiva con lui e che aveva il borsello (è stata denunciata per favoreggiamento) e un terzo rumeno che aveva partecipato all’aggressione con calci e pugni. Per tutti, compreso il rumeno aggredito, è stata chiesta l’espulsione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>