Volley Pesaro fa poker a Forlì: un’altra squadra di A2 s’arrende alle ragazze di Bertini. I complimenti del presidente romagnolo

di 

9 ottobre 2014

VOLLEY 2002 FORLI’ – VOLLEY PESARO 0-4
VOLLEY 2002 FORLI’: De Arcangelis ne, Ventura 9 (9/26), Ceron 8 (5/18; 3 muri), Fanzini 3 (3/14), Rossi 1 (1/5), Daminato (L), Guasti 4 (4/22), Lancellotti 2 (1/1; 1 muro), Neriotti 5 (4/13; 1 muro), Cumino 1 (1/1), Ferrara (L), Prša 4 (4/10). All. Marone
VOLLEY PESARO: Spadoni 1 (1/1), Salvia 7 (6/7; 1 muro), Zannini (L: ricezioni 13, positiva 85%, perfetta 31%), Sestini 6 (4/14; 2 muri), Concetti (0/2), Di Iulio 3 (2/3; 1 muro), Battistelli (L: ricezioni 1, positiva 100%, perfetta 100%), Bellucci 3 (3/14; ricezioni 15, positiva 87%, perfetta 40%), Battistoni, Bordignon 3 (3/7; ricezioni 9, positiva 67%, perfetta 33%), Mezzasoma 18 (17/45; 1 muro), Babbi 11 (10/27; 1 ace; ricezioni 13, positiva 54%, perfetta 8%). All. Bertini
PARZIALI: 20-25; 16-25; 21-25; 16-18
STATISTICHE DI SQUADRA: FORLI': battute 52, errori 2. Ricezioni 61, errori 1, positiva 82%, perfetta 16%. Attacchi 113, errori 17, muri subiti 5, punti 32, 28%. Muri fatti 6. PESARO: battute 71, errori 9, ace 1. Ricezioni 52, positiva 75%, perfetta 31%. Attacchi 1231, errori 9, muri subiti 6, punti 46, 38%. Muri fatti 5.

Elisa Mezzasoma, migliore realizzatrice in Romagna

Elisa Mezzasoma, migliore realizzatrice in Romagna

PESARO – Se la matematica si applicasse allo sport… il Volley Pesaro sarebbe da… A2. Manca il terzo indizio per fare una prova, ma due vittorie in cinque giorni al cospetto di altrettante formazioni di categoria superiore sono più che un doppio indizio.

Sarà il campionato, che andrà a iniziare la prossima settimana, a confermare se le amichevoli con Filottrano e Forlì significano che… la coppia presidenziale Rossi-Sorbini e l’allenatore Bertini hanno visto giusto, come anticipa il precampionato e come confermano le parole del presidente forlivese Camorani, che a fine amichevole si è complimentato con i dirigenti pesaresi per la squadra allestita.

A onore del vero, Forlì era priva della bulgara Elena Koleva, 37 anni e tantissima esperienza, reduce dai Mondiali, il cui arrivo è annunciato per venerdì, e ha iniziato con la seconda palleggiatrice Cumino, con Lancellotti in campo dal secondo set, ma la categoria è la A2 e Marone schierava una straniera, la schiacciatrice croata Marija Prša, formazione americana (Florida University), la scorsa stagione a Ornavasso con Chirichella, Signorile e Muresan.

E non c’è stata partita, dominata dalla prima all’ultima palla dalle ragazze di Bertini, applaudite dalla co-presidente Barbara Rossi: “Sono davvero brave!”. Il Volley Pesaro ha chiuso i primi tre set in 66 minuti, sempre avanti ai time-out tecnici: 8-7 e 16-15 nel primo; 8-3 e 16-10 nel secondo; 8-5 e 16-12 nel terzo.

Poi, come da accordi, si è giocato un quarto set, che Bertini ha utilizzato per dare spazio alle ragazze più giovani. Ed è stato poker, anche se non siamo in grado di quantificare il contributo statistico perché lo scout si è chiuso sul 3-0 per le ospiti, mandando in archivio la partita.

In mancanza dei numeri relativi al quarto parziale, lasciamo che sia coach Bertini a raccontarci come è andato l’ultimo set e soprattutto un giudizio sulla partita. Partendo dalla nostra esclamazione: caspita!
“Stiamo con i piedi saldi a terra, perché qui – ragazzi – rischiamo… Resta che è stata una bellissima partita e abbiamo giocato veramente bene, soprattutto su ciò che stiamo lavorando nel muro-difesa. Un lavoro che inizia a pagare, tanto. Le avversarie hanno faticato tanto a mettere giù la palla. La qualità della nostra difesa è alta, quindi riusciamo a giocare veloci anche quando difendiamo, non solo sulla palla facile o sulla ricezione positiva. Ciò porta tanti vantaggi”.

Evidenziati dai numeri. E se è vero che non avete messo a segno tanti servizi vincenti, si ha la sensazione che abbiate battuto ugualmente bene.
“Le abbiamo messe in difficoltà con la battuta tattica. Mirando alla zona 1, che è quella che dà fastidio alla palleggiatrice. E non dimentichiamo che affrontavamo una squadra di A2, con una buona qualità in ricezione”.

Veniamo al quarto set, quello che ha mandato in tilt il computer, che non riconosceva un ulteriore parziale visto che una squadra – la vostra – si era portata sul 3 a 0. Ce lo può raccontare?
“Forlì ha iniziato benissimo quello che era un vero e proprio tie-break, portandosi sul 6 a 0. Noi non abbiamo mollato, restando in partita e recuperando punto dopo punto fino a vincere 18 a 16”.

Sappiamo che ha dato spazio alle ragazze più giovani.
“Sì, ho schierato Ilaria Battistoni in regia, Gaia Concetti opposto, Martina Bordignon e Francesca Babbi in posto 4, centrali Diletta Sestini e Sofia Spadoni, con Marika Battistelli libero. Una prova positiva per tutte. Quello che non c’era riuscito domenica scorsa a Serravalle, con Ostia, ci è riuscito oggi, vincendo il set anche con le giovani”.

Archiviato il secondo successo con una formazione di A2, il Volley Pesaro torna subito in palestra, allenandosi mattina e pomeriggio di venerdì e la mattina di sabato. Poi un paio di giorni di vacanza, per riprendere la preparazione martedì in vista dell’amichevole di giovedì 16 con Gabicce e soprattutto dell’esordio in campionato domenica 19, a San Giustino Umbro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>