Coerver Coaching, insegnare il calcio rubando i segreti dei campioni: un corso a Pesaro

di 

10 ottobre 2014

allenatore calcio bambiniPESARO – A Pesaro un corso di allenamento calcistico col metodo Coerver Coaching. Si terrà il 28 e 29 novembre prossimi (il venerdì dalle 19.30 alle 22.30 e il sabato dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18), presso il campo sportivo “Gino Vitali” di Villa Fastiggi (via Canonici) e anche presso l’Athletic club di via Respighi.

Iscrizione 150 euro, che diventano 120 per i tesserati Aiac e 100 per gli studenti universitari. Previsti sconti ulteriori per iscrizione di 3 o più allenatori, con la possibilità di invitare gratuitamente al corso il proprio direttore sportivo o il responsabile dell’area tecnica.

Programma teorico pratico

– La piramide di sviluppo del giocatore nel Coerver Coaching
– Ball Mastery, Il dominio della palla
– Receiving e Passing, trasmissione e ricezione
– Moves 1<1, L’uno contro uno e la piramide delle finte
– Speed, La velocità
– Finishing, La finalizzazione
– Group Attack, L’attacco di gruppo
– Consegna attestati istruttore di 1° livello

Iscrizione effettuabile al link http://eepurl.com/498UL.

Cos’è il metodo Coerver Coaching? Inventato negli anni Settanta del secolo scorso dal grande allenatore dell’Olanda Wiel Coerver, l’idea di base è analizzare i grandi giocatori attraverso dei video e arriva alla conclusione che molte delle loro abilità nell’uno contro uno e nel controllo di palla possano essere sezionate ed insegnate a molti giocatori. Da queste poche mosse dei grandi giocatori, Wiel Coerver e il suo presidente concepirono centinaia di esercizi individuali e di gruppo e giochi che formarono le basi dei prodotti e degli eventi del Coerver Coaching.

Ulteriori Notizie sul Coerver Coaching.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>