Itis anche a Pesaro

di 

11 ottobre 2014

PESARO – La buona notizia è che la Giunta Comunale sembra essersi espressa favorevolmente all’istituzione di un Istituto Tecnico Industriale a Pesaro. Su questa vicenda si sono consumati fiumi di inchiostro! Lo scorso anno, sempre nel mese di ottobre, avevo anch’io partecipato al dibattito. Non è bello citarsi ma lo faccio per dimostrare quanto, su questo tema, si rischia di fare solo retorica e promesse di Pulcinella. Questo l’estratto, essenziale, di quell’intervento: “L’ostentata adesione ad un progetto che veda attivati alcuni corsi di tecnica industriale a Pesaro è come scoprire l’acqua calda”. Sostenevo, e sostengo, che Il Mattei di Urbino è una realtà eccellente e storica che va salvaguardata. Che è anche di buon senso l’istituzione di un corso, a Pesaro presso l’Istituto “Benelli, in “tecnologie dei materiali” per la nostra industria del mobile”. Si potrebbero dimezzarne i costi economici e sociali del pendolarismo studentesco verso Urbino. Oggi, per dimostrarlo, si ricorre anche ai dati statistici. Ricordavo che Il nostro distretto industriale ha beneficiato di un’imprenditorialità nata, negli anni sessanta, presso le aule dell’ITIS di Urbino. Che Pesaro, oggi, è costretta a competere in mercati sempre più aperti, difficili e concorrenziali. Lo potrà fare solo con una formazione scolastica eccellente. Concludevo: “Pesaro e le sue fabbriche della meccanica e del legno hanno bisogno di tecnici di alto livello, capaci di governare i processi di innovazione. Purtroppo a Pesaro Studi è stato disattivato il corso di laurea in “Ingegneria e gestione della produzione”. Questa volta, i tecnici per il settore del mobile e per quello della meccanica verranno formati a Pesaro? O è solo retorica?”. Parafrasando il Presidente del Consiglio Matteo Renzi: E’ l’ora del fare, non del parlare! Vedremo …

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>