Gp di Sochi, la F1 per la prima volta in Russia. Fra conferme e sorprese, tutti per Bianchi

di 

12 ottobre 2014

Tutti i piloti e il mondo della formula sono arrivati a Sochi per il primo Gran Premio di Russia, con il “peso” del terribile e assurdo incidente che da domenica scorsa costringe il pilota Jules Bianchi a lottare per la vita.I colleghi dello sfortunato pilota belga, hanno voluto testimoniare la loro vicinanza a Jules ognuno a modo suo,con” incitamenti” alla guarigione sui caschi, con messaggi sulle proprie auto o all’interno dei box, ed anche tutto il mondo dello sport sappiamo essere vicino al pilota della Marussia. Ma il “circus” della F.1 deve andare avanti cinicamente e indipendentemente da come la si possa pensare, “seppellendo” in alcuni casi, come questo, anche delle verità o meglio responsabilità  che i “soloni” della F.I.A. dovrebbero affrontare e chiarire almeno per riconoscenza a chi sta soffrendo. Quindi come diceva una celebre canzone “ show mast go on” ed in questa stagione monotematica le due Mercedes occupano ancora( l’ennesima)  prima fila con Hamilton e Rosberg nell’ordine. Un’altra conferma arriva dal 3° posto di Valtteri Bottas con la Williams, una prestazione che il giovane finlandese ha onorato tentando anche il colpaccio,quando nell’ultimo tentativo ha fatto segnare ad inizio giro dei parziali record, peccato che la foga l’abbia tradito all’ultima curva. Comunque Bottas ribadisce con questa performance di essere con Ricciardo della  Red Bull la piacevole  rivelazione di questo 2014.

Fino a qui le conferme, mentre per la sorpresa parliamo  del giovane pilota russo Daniel Kvyat, stupendo 5° con la Toro Rosso, infiammando il pubblico di casa, il prossimo sostituto di Vettel in “ mamma” Red Bull, dal suo debutto nella massima formula avvenuto ad inizio campionato,è sempre andato in crescendo  pur commettendo alcuni errori, molto probabilmente di inesperienza, senza i quali potrebbe essere considerato insieme ai sopracitati Bottas e Ricciardo l’altra piacevole rivelazione stagionale, vedremo se dal gran premio di casa possa iniziare per il “Russo di Roma” un finale di stagione che lo porti sul “podio” delle rivelazioni,risultato alla sua portata.

Ritorniamo alle conferme, quelle purtroppo negative: ovvero la Ferrari,  con l’ottava posizione di Alonso e la nona di Raikkonen, migliorata per entrambi di una casella causa  l’arretramento della McLaren di Magnussen, sesto ma retrocesso di cinque posizioni per la sostituzione del cambio. Male anche il “terzo”pilota della Ferrari: Sebastian Vettel, 11esimo e fuori dal Q3, posizione migliorata anche per il tedesco per il problema di Magnussen. La top ten è completata da Button ottimo 4°, Ricciardo sesto e l’altra Toro Rosso di Vergne nona .Appuntamento domani alle ore 13, un’ora prima del solito a causa del fuso orario con Sochi, in diretta solo su Sky in replica su Rai 2 alle 21,00.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>