Il gruppo 1898 incontra il ds D’Anzi: “Non ci sono soldi, impossibile rinforzarci”

di 

12 ottobre 2014

D'Anzi e Bertuccioli parlano con la delegazione di tifosi vissiniD'Anzi e Bertuccioli parlano con la delegazione di tifosi vissini

D’Anzi e Bertuccioli parlano con la delegazione di tifosi vissiniD’Anzi e Bertuccioli parlano con la delegazione di tifosi vissini

PESARO – “Meritiamo di più”. A fine partita esplode la contestazione pacifica del gruppo 1898 che, in breve tempo, dopo il fischio finale che ha chiuso Vis-San Nicolò sul 3-3, ha raggiunto i cancelli che arrivano fino a sotto gli spogliatoi. Solo qualche coro acceso e un concetto chiaro: “Meritiamo di più” indirizzato al direttore Leonardi che, però, come usanza, quando la Vis non perde lascia subito lo stadio. Con una delegazione dei tifo, sotto lo sguardo vigile della polizia, si è intrattenuto il ds Pietro D’Anzi accompagnato dal responsabile della comunicazione Bertuccioli. Chiaro il concetto: “La Vis deve rinforzare questa squadra, vogliamo parlarne con Leonardi”. Altrettanto chiara la risposta di D’Anzi: “Parlatene pure con Leonardi ma la Vis, oggi, non ha soldi per intervenire sul mercato”.

 

2 Commenti to “Il gruppo 1898 incontra il ds D’Anzi: “Non ci sono soldi, impossibile rinforzarci””

  1. Vecchia maniera scrive:

    Grandi Pesaro 1898! Appoggio totalmente questi ragazzi, gli unici a tentare di smuovere qualcosa nel silenzioso e rassegnato Benelli (domandina: ma la Vecchia Guardia per contratto non può contestare?). Direttore non faccia il permaloso, che si aspettava fuori dal cancello? Applausi e petali di rose? Gli anni precedenti è stato (giustamente) osannato, ora qualche maledizione (che non fa tanti danni su….)mi pare legittima, se la tenga e non faccia lo schizzinoso, in altre piazze le andrebbe peggio no? Quest’anno ha costruito (pur con tutte le attenuanti che sappiamo) un’allegra armata brancaleone destinata palesemente a retrocedere, con giocatori scarsi, inesperti, inadeguati. Ha poi esonerato Possanzini (per lesa maestà) per sostituirlo con un mister (mister?o mero esecutore di direttive?) che ad oggi non ha insegnato un basilare “dai e vai” (oggi è stato il festival del lancio lungo e…..speriamo che ci scappi qualcosa), senza un accenno di gioco ma con la faccia tosta di dire ogni domenica che “tutto va bene, la rosa è adeguata, ce la giochiamo con tutti” e altre cazzate….
    Su direttore, se vuole così tanto bene alla Vis, trovi una soluzione, visto che una retrocessione annunciata (questa a cui stiamo tristemente assistendo) è inaccettabile, per tutti.
    Gli scenari sono:
    1)RETROCESSIONE CERTA (con insulti annessi)
    2)TENTATIVO DI FARE QUALCHE ACQUISTO DI CATEGORIA SUL MERCATO A COSTO DI SFORARE IL BILANCIO (LA DIVINA PROVVIDENZA POI SI SPERA PROVVEDERA’)
    3)LA RICERCA DI UN ACQUIRENTE COSI’ PASSA LA MANO
    Su quest’ultimo punto lei si era espresso di recente, dicendo alla piazza che aveva avuto approcci ma non se ne fece nulla perché interlocutori forestieri e non affidabili….ebbene sa cosa le dico? Che tra un gruppo salto nel buoi (che può portarti al fallimento…..ma non è detto)e una retrocessione certa……non corre poi così tanta differenza, sempre da serie infime ripartiremmo domani. Ma se non altro quest’anno avremmo forse l’illusione di lottare per qualcosa di fattibile. Dico tra me e me “Pensa come siamo ridotti……”

    • vecchia guardia79 scrive:

      ciao, non so chi tu sia, ma voglio ricordarti che la vecchia guardia 79, ha dichiarato esplicitamente che sosterra’ squadra e societa’ fino alla fine del girone di andata come ha sempre fatto negli ultimi 4 anni sia in casa che in trasferta .quindi chi la pensa in maniera diversa …. puo agire come meglio crede senza tirarci in ballo.FORZA VIS NON SARAI MAI SOLA SEMPRE E OVUNQUE.!!!!!!!!!!!!!!VG79

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>