Calcio a 5: PesaroFano vince, convince e diverte anche in casa: Milano ko 5-2

di 

13 ottobre 2014

PESARO – Vittoria convincente della Osimani-band all’esordio casalingo. Al cospetto del temibile quintetto lombardo, l’Italservice parte forte, mantiene un bel ritmo sino all’intervallo, poi nella ripresa mette il turbo e decolla sino al successo con tre reti di vantaggio. Proprio come era accaduto sette giorni prima in casa-Fassina (1-4).

I calciatori a 5 del PesaroFano Tonidandel e Ganzetti esultano

I calciatori a 5 del PesaroFano Tonidandel e Ganzetti esultano

LA PARTITA

Pronti-via e le cose si mettono bene. Jelavic apre le danze infatti dopo 77 secondi con un bel sinistro a conclusione di uno schema su punizione perfettamente riuscito. Seguono 19 minuti con il PesaroFano che sfiora più volteil raddoppio, ma che nel finale di frazione rischia anche di subire il pareggio (decisamente più la prima che la seconda), appellandosi alle manone di Moretti quando c’è bisogno. Aperta parentesi a proposito del nuvo numero uno (dodici sulla maglia): caro pubblico pesarofanese, hai visto che rilanci? Da paura. Chiusa parentesi.

Nella ripresa per 17 minuti è PesaroFano-show. Con un crescendo rossiniano (è il caso di dirlo) i ragazzi di mister Osimani impallinano gli ospiti. Al 5′ è Perisic a siglare il raddoppio, con un destro che bacia il palo e poi la rete. Due minuti e mezzo dopo tocca a capitan Tonidandel (più volte applaudito dal pubblico per le sue poderose giocate) gonfiare la rete per il 3 a 0.

Mister Sau si gioca la carta del portiere di movimento, ma la mossa inizialmente non paga. Anzi. Ganzetti infatti in questo frangente trova il modo di realizzare la seconda doppietta in due gare, aggiornando così il punteggio sul 5 a 0.

Milano insiste con i cinque in attacco, mette alle corde il PesaroFano e a quattro, poi tre dal termine trova due reti di speranza. Sul 5 a 2 il muro di casa torna a reggere, così i secondi scivolano via senza ulteriori variazioni. E al suono della sirena sono solo applausi per Tonidandel e compagni. Come dar loro torto: è stato davvero un gran bel PesaroFano. Una squadra dove ha trovato ancora parecchio posto Tommaso Bonci, in campo per circa 15 minuti effettivi e protagonista – senza esagerare – di una partita fantastica: ha rubato più volte palla, ha giocato la palla senza timori. Bravo a lui, bravo a chi l’ha cresciuto come giocatore di futsal (vero mister Pianosi?).

IL PUNTO

Due vittorie su due, dunque, in questo avvio di stagione che, nonostante una gara in meno rispetto a quasi tutte le altre (il PesaroFano ha scontato alla prima giornata il suo riposo imposto dal girone dispari), lancia i biancorossi-granata ai vertici della graduatoria, alle spalle solamente di quattro contendenti del girone A di serie A2. Ora mente alla prossima gara in trasferta: sabato prossimo l’Italservice PesaroFano sarà ospite del CLD Carmagnola. Obiettivo: provare a ripetersi.

Tabellino ITALSERVICE PESAROFANO-MILANO C5 5-2 (1-0 p.t.)
ITALSERVICE PESAROFANO: Moretti, Perišić, Tonidandel, Jelavić, Lamedica, D’Angelo, Pieri, Bonci, Ugolini, Cuomo, Ganzetti, Dionisi. All. Osimani
MILANO C5: Bosetti, Esposito, Monti, Santin, Mendes De Gois, Peverini M., Luciano Mendes, Nocera, Peverini L., Cuomo, Tondi. All. Sau
ARBITRI: Giancarlo Lombardi (Roma 1), Alberto Vantini (Verona) CRONO: Fabio Stelluti (Ancona)
MARCATORI: p.t. 1’17’’ Jelavić (P); s.t. 5’41’’ Perišić (P), 7’50’’ Tonidandel (P), 12’57’’ e 13’50’’ Ganzetti (P), 14’50’’ Esposito (M), 16’15’’ Santin (M)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>