Gp di Russia di F1: a Sochi la Mercedes è campione del mondo costruttori

di 

13 ottobre 2014

Mercedes GP F1

Mercedes campione del mondo (foto Paul Gilham/Getty Images tratta dal web)

Grazie alla nona doppietta stagionale nel primo Gran Premio della Russia la Mercedes conquista il primo titolo Mondiale costruttori in F.1 della sua storia. Nove sono anche le vittorie stagionali di Lewis Hamilton, Rosberg che ora insegue a 17 punti , ha tentato fin dall’inizio di prendersi quel gradino più alto del podio che gli manca dal gran premio di casa a luglio, prima attaccando il compagno in modo deciso, poi dopo un fuori pista , ha optato per una strategia “arrembante”, che lo ha portato a suon di sorpassi a riprendersi quel secondo posto già suo. Terzo come in prova uno strepitoso Bottas autore del giro più veloce, che riporta sul gradino più basso nel costruttori la Williams, ai danni di una Ferrari anche oggi spenta con Alonso sesto e Raikkonen nono. Lo spagnolo ormai “ex” ce la mette tutta, agguantando per un attimo il podio, sogno svanito dopo i pit stop degli avversari, mentre Raikkonen con i punticini da minimo sindacale sembra sempre più anche lui un “ex”, non della Rossa ma come pilota vincitore di un Mondiale. Continuando di questo passo, retrocedendo gara dopo gara da posizioni non vincenti ma sempre dignitose, per una F14T da dimenticare, il rischio è quello di vedersi sorpassare dalla McLaren oggi quarta con Button e quinta con Magnussen che è sì una quarantina di punti “sotto”, ma forse per ammaliare definitivamente Alonso e convincere la Honda di aver fatto la scelta giusta, sta esprimendo un discreto potenziale per un finire di stagione a ridosso delle grandi.

Ieri commentando le prove eravamo rimasti incantati ,come i suoi connazionali, dalla prestazione di Kvyat quinto, oggi invece il giovane russo forse non ancora pronto a gestire certe situazioni, è letteralmente crollato finendo addirittura doppiato. Anche in Red Bull non si ride, nonostante sia stata l’unica in grado quest’anno di impedire con le vittorie della rivelazione Ricciardo, un clamoroso cappotto della Mercedes, i “bibitari” stanno anche loro come la Ferrari perdendo quota,ed anche oggi a Sochi “solo” un settimo posto con Ricciardo, che precede uno spento Vettel, che auguriamoci si stia “ricaricando” per il suo arrivo in Ferrari.

Prossimo appuntamento negli Stati Uniti, in attesa di buone notizie sulla salute di Jules Bianchi, vedremo se Rosberg riuscirà a rendere difficile o impedire la conquista del secondo titolo ad Hamilton, se la Ferrari con un finale degno di tale nome, possa almeno recuperare sulla Williams la terza posizione nel costruttori, mentre per la Red Bull se “mettendo le ali”, esiste la possibilità di inserirsi con un’altra vittoria nella lotta fra i due della Mercedes e rendere meno noiose le ultime gara, se questo è possibile che avvenga speriamo sia con… Vettel.

Ordine d’arrivo G.P della Russia

  1. Hamilton- Mercedes
  2. Rosberg- Mercedes
  3. Bottas- Williams-Mercedes
  4. Button- McLaren-Mercedes
  5. Magnussen-McLaren – Mercedes
  6. Alonso-Ferrari
  7. Ricciardo- Red Bull-Renault
  8. Vettel- Red Bull-Renault
  9. Raikkonen- Ferrari
  10. Perez- Force India-Mercedes

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>