Allarme sicurezza, Arrigoni (FI-AN): “Il sindaco vieti l’accampamento su tutto il territorio comunale e allontani i senza fissa dimora molesti”

di 

15 ottobre 2014

Fabio Arrigoni, esponente di Fratelli d'Italia

Fabio Arrigoni, esponente di Fratelli d’Italia

Fabio Arrigoni*

PESARO – Finalmente prendiamo atto che anche il sindaco Matteo Ricci si è finalmente accorto che a Pesaro esiste un problema sicurezza, ma soltanto dopo averlo negato a lungo e dopo averci accusato di creare allarmismo. Come Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale Pesaro va denunciando da mesi e mesi, da qualche tempo anche i cittadini hanno avuto modo di constatare l’aumento di eventi criminosi più o meno gravi. Oltre ai problemi di sempre legati all’essere importunati, offesi o addirittura minacciati dopo aver parcheggiato l’auto in varie zone della città, vi è stata un’impennata notevole di fenomeni legati alla presenza di “ospiti sgraditi” che vivono al di fuori della legalità nella nostra città senza alcun controllo.

E’ chiaro che non va fatta alcuna distinzione tra chi commette reati, sia questo un cittadino italiano oppure no, e che chi infrange la legge creando danni all’altrui proprietà, al patrimonio pubblico, o limitando l’altrui libertà debba pagare indistintamente dalla nazionalità. Detto questo però, condividiamo le parole del sindaco sul fatto che si sia giunti ad una situazione insostenibile che si sarebbe potuta arginare tanto tempo fa come ci eravamo permessi di suggerire prima dell’inizio della campagna elettorale quando si ebbe notizia di varie aggressioni con relativi pestaggi, e vivendo poi successivamente fatti di sangue ancor più tragici sino ad arrivare nel quotidiano dove ormai i cittadini Pesaresi non appena mettono piede nel centro storico vengono assaliti da “sedicenti” mendicanti, e da una serie di personaggi più o meno minacciosi che pretendono l’obolo, la tassa fissa per il transito nelle vie centrali della città e nei parcheggi cittadini.

Vittime più colpite da queste situazioni e bersagli indifesi di queste situazioni sono per lo più gli anziani che vengono avvicinati con fare minaccioso o insultati nella migliore delle ipotesi e accompagnati nel tragitto da queste persone ormai diventati sempre più sgradite.

Gli ultimi incresciosi fatti accaduti e di una certa gravità che danno continuità allo stato di degrado della nostra città risalgono alla scorsa settimana con la vicenda di “Jack Tombino” arrestato due volte in 24 ore per aver reiterato lo stesso reato, ed entrambe le volte scarcerato immediatamente, e di questi giorni l’episodio di via dell’Acquedotto dove durante la rissa scatenata da rom perennemente accampati in zona, con relativo accoltellamento, continuano i furti nei magazzini adiacenti ad opera di questi signori più volte filmati e fotografati.

Purtroppo, a seguito della decadenza di cui è sempre più vittima la nostra città, molte zone della stessa vengono abbandonate o poco frequentate favorendo insediamenti legati alla criminalità che estendendosi crea problemi a tutto il territorio. Ovviamente non possiamo condividere il buonismo fine a sé stesso esibito in questi giorni dove qualcuno pretenderebbe un letto e un tetto sulla testa per questa gente che vive perennemente al di fuori della legalità vivendo di espedienti come i fatti e i reati di cui si rendono protagonisti quasi quotidianamente dimostrerebbero, quando vi sono cittadini italiani, contribuenti inattaccabili sino a che ne hanno avuto la possibilità, che rischiano di finire per la strada senza poter godere della stessa considerazione. Cosi come non ci piace affatto la proposta dell’assessore Mengucci che non risolverebbe il problema spostandolo solamente di qualche chilometro in linea d’aria ma di fatto lasciandolo immutato per i cittadini. Inoltre questo provvedimento sarebbe un ulteriore costo che andrebbe a gravare sulle tasche dei contribuenti pesaresi alla voce solidarietà, ma che con la solidarietà non avrebbe nulla a che vedere, poiché secondo noi la solidarietà equivale a dare un aiuto concreto a persone in difficoltà che comunque si comportano in maniera corretta e irreprensibile cercando di superare il momento difficile che le coinvolge.

Per queste ragioni e per la sicurezza dei cittadini, Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale Pesaro chiede per l’ennesima volta ed esplicitamente al signor sindaco Matteo Ricci di emanare un’ORDINANZA DI DIVIETO D’ACCAMPAMENTO SU TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE E DI ALLONTANAMENTO COATTO AI SENZA FISSA DIMORA MOLESTI, autori di violazioni di legge sul territorio comunale.

*Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale Pesaro e Urbino

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>