Arceci: «La Vis non ha bisogno di polemiche». La replica a Leonardi: triste che si continui ancora a tirare in ballo il Comune

di 

15 ottobre 2014

Luca Ceriscioli e Franco Arceci

Luca Ceriscioli e Franco Arceci all’inaugurazione dell’impianto dell’Arzilla

PESARO – «Le parole di Leonardi? Con onestà, è triste che si continui ancora a tirare in ballo il Comune. Anche perché non abbiamo mai fatto mancare il nostro sostegno convinto, in linea con lo scorso anno e al di là dei nostri compiti istituzionali». Franco Arceci commenta così le nuove dichiarazioni del direttore della Vis Pesaro: «Lo scorso giovedì sera abbiamo mangiato tutti insieme una pizza, per dare supporto alla squadra in un momento difficile. Tra dirigenti e amministrazione comunale il clima era tranquillo e sereno. Poi di nuovo gli attacchi in conferenza stampa. Ma la Vis rappresenta 116 anni del nostro calcio, un grande patrimonio storico e sportivo. E c’è assolutamente bisogno di tutti per conservarlo e valorizzarlo: tifosi, dirigenti, Comune, stampa. Penso che tutti debbano avere senso di responsabilità e remare dalla stessa parte». Secondo Arceci, «non si risolvono le difficoltà e i problemi scaricando sugli altri eventuali responsabilità». Poi la sottolineatura: «Non si può che essere riconoscenti a Leandro Leonardi per quanto ha fatto e per ciò che sta facendo gratuitamente per la Vis. Cinque anni fa era nato un progetto sportivo e sociale nell’interesse del calcio pesarese e della città. Dobbiamo richiamarci ora più che mai a quei valori, se li sentiamo ancora nostri. La squadra ha bisogno di serenità e non di polemiche. Che devono essere evitate, nell’interesse della Vis».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>