Lettera di una figlia che saluta l’Italia

di 

15 ottobre 2014

Sofia Procacci

Sofia Procacci

“Ho iniziato a viaggiare prestissimo da sola… All’età di 18 anni, per il mio carattere curioso alla scoperta, con il vostro appoggio perché credevate in me e nelle mie capacità. Spagna, Perù… per reportage fotografici, usi e costumi… e che già da piccola passavo ore intere a disegnare vestiti. Ti ricordi quando mi avete regalato quella macchina con i gessetti che faceva i vestiti? E che mi facevo le foto da sola creando degli abiti? E che ero orientata a fare la fotomodella?”

Ecco, tanta passione per la moda – senza dimenticare i viaggi e il cinema -, il click di una fotocamera, lo splendore della fiducia in sé e il passaporto in tasca: a Sofia Procacci, 23 anni, che ormai da uno vive e lavora a Londra, nel settore della moda, non occorre altro per affinare talento e competenze.

“Fin da piccola il mio primo esempio è stata la mia mamma – racconta Sofia in un’intervista – si chiama Bruna ed è sempre bellissima con la sua enorme quantità di vestiti”.

Dopo aver conseguito a Pesaro il diploma dell’Istituto d’Arte, naturalmente con specializzazione Moda e Costume, Sofia non ci ha pensato due volte: ha riempito il suo trolley superleggero e ha affrontato il fuso orario, non prima di aver promesso a chi le vuole bene che sarebbe tornata spesso. E che non avrebbe mai dimenticato il profilo del Monte Petrano e del mare.

Sofia Procacci

Sofia Procacci

“Per alcuni la moda può essere superficiale e priva di significato – afferma Sofia, che nonostante la giovane età lavora già per un importante marchio di abbigliamento e accessori – Per me, oltre che vestire la persona, la moda è qualcosa di più, è ricoprire il corpo di personalità ed eleganza. L’abito è come un nostro rifugio, una nostra salvezza: per una cena romantica, per un’occasione importante, per una passeggiata, o per una semplice giornata… in ogni nostra giornata abbiamo bisogno di un capo, di un accessorio che ci fa sentire bene”.

“Ecco, il sogno più grande che ho, quello che mi porto dietro sin da piccola, è proprio di poter diventare un giorno fashion designer. Vorrei riuscire a donare stati d’animo e sensazioni con le mie creazioni”, conclude Sofia, sorridendo.

E noi siamo certi che la sua determinazione la aiuterà a centrare tutti i suoi obiettivi. In bocca al lupo, Sofia, il tuo futuro è nelle tue mani!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>