Legge di Stabilità, Ricci: “Manovra forte e coraggiosa ma vanno rivisti i tagli agli enti locali”

di 

16 ottobre 2014

Primo consiglio comunale Matteo Ricci

Matteo Ricci

PESARO – “E’ una manovra forte e coraggiosa, perché si punta tutto su sviluppo e lavoro. Proprio per questo, però, stridono i tagli agli enti locali: ci preoccupano perché il rischio è che si crei un effetto recessivo”. Così il sindaco di Pesaro Matteo Ricci sulla legge di Stabilità.

“I Comuni sono i terminali di tutto – continua – Dovranno accollarsi l’ennesimo taglio, con una ripercussione inevitabile sui servizi socio-educativi “. Non solo: “Così le Province di secondo livello sono morte prima ancora di partire. Non faranno bilanci e non ci saranno risorse per strade, scuole e fiumi. Problematiche che ricadranno direttamente sui sindaci”.

In più, nota Ricci, “se una parte dei tagli alle Regioni diventeranno, poi, minori trasferimenti ai Comuni, si aggiungerà un ulteriore problema”.

Positivo, invece, per il sindaco di Pesaro, “l’intervento sul patto di stabilità, che era stato richiesto più volte dall’Anci”. “Sono tra quelli che sostengono a gran voce le azioni di questo governo – conclude – e del premier Renzi, che sta provando a cambiare radicalmente il Paese, facendo in pochi mesi quello che non si è fatto negli ultimi 20 anni. Condivido in pieno lo spirito della legge di stabilità ma serve un incontro urgente con i Comuni e gli enti locali. Perché sono molte le preoccupazioni per le conseguenze dei tagli sui servizi e sullo sviluppo”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>