Raccolta olive in calo, l’appello degli agricoltori pesaresi: “Acquistate da noi comunque, sosterrete la qualità”

di 

16 ottobre 2014

olio olive

olio olive

PESARO – “Avremo meno olio, ma i nostri produttori garantiscono sempre la qualità. E’ l’anno in cui bisogna comprare, a maggior ragione, a chilometri zero”.

Gianfranco Santi (Cia), Paolo Nasoni (Copagri) e Denis Bernabucci (Confagricoltura) fanno il punto sulla raccolta delle olive in provincia di Pesaro e Urbino e invitano a non drammatizzare: “E’ vero che in campagna ci sono stati problemi dovuti alla stagione, che hanno complicato e non poco la coltivazione e la produzione, provocando un vistoso calo del raccolto. Ma è anche vero che oggi come non mai, a garanzia di qualità e salubrità, proprio per l’estate particolare è il caso di fidarsi dei nostri produttori, acquistando da loro l’olio extravergine”.

Con una raccomandazione: “Se si acquista olio di frantoio e delle nostre aziende, ne basta poco per insaporire i nostri piatti. E questo si traduce in un concreto risparmio rispetto all’acquisto di oli industriali che possono costare meno ma hanno caratteristiche organolettiche ben diverse rispetto a quelle del prodotto degli agricoltori”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>