Arriva anche ad Urbino il “Made in Italy: eccellenze in digitale”

di 

18 ottobre 2014

Se la pubblicità e la comunicazione sono alla base del successo di qualsiasi tipologia di impresa, il processo di digitalizzazione ha spesso dei costi che scoraggiano le piccole e medie imprese, concentrate su ben altre necessità. Tuttavia grazie all’iniziativa che ha preso il via a partire dal 1° settembre, numerose aziende del made in Italy potranno usufruire di una consulenza senza dover sostenere alcun costo.

Made in Italy eccellenze in digitaleSi tratta del progetto Made in Italy: Eccellenze in Digitale, che coinvolge 52 Camere di Commercio compresa quella della provincia di Urbino e Pesaro, che ha scelto come target per la fornitura dell’assistenza le aziende impegnate nei settori dell’agroalimentare e in quello dei mobili, che potranno così usufruire di un servizio completamente gratuito orientato proprio alla fornitura delle informazioni e degli strumenti necessari per poter sfruttare al meglio i vantaggi dei processi di digitalizzazione.

L’obiettivo infatti non è solo quello di puntare al miglioramento della comunicazione, spesso messa a dura prova dalla scarsa qualità di molte connessioni Adsl (scopri le migliori su http://miglioriofferteadsl.com/tipo/solo-adsl.html), ma di aiutare il made in Italy, sottoposto alle difficoltà create dalla permanenza di ampie zone in digital divide, a superare le barriere territoriali, attraverso il processo di globalizzazione senza costi e senza frontiere, offerto da internet e dai suoi mezzi, se sapientemente sfruttati.

Le aziende interessate dovranno semplicemente compilare l’apposito format per registrarsi e prenotarsi per poter essere poi inseriti nel programma di consulenza, che sarà accessibile fino a metà febbraio del prossimo anno. La consulenza verrà effettuata sul campo, ovvero le giovani selezionate si recheranno presso le sedi delle aziende per poter effettuare una valutazione globale, dalla quale scaturirà poi una consulenza personalizzata.

Il progetto qui è stato reso possibile grazie alla collaborazione di Aspin 2000 e Terre di Rossini e Raffaello, che saranno comunque presenti sul campo, grazie al lavoro di supervisione di Gisella Bianchi (direttore dell’Aspin 2000) e Francesca Capoccia (responsabile di Terre di Rossini e Raffaello) che faranno da tutor alle due giovani che si impegneranno in prima linea nell’attività di consulenza: Anna Khan e Sofia Lombardi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>