Consultinvest, peccati di gioventù: Varese sfonda e vince (85-96) solo negli ultimi 3 minuti

di 

19 ottobre 2014

CONSULTINVEST PESARO – OPENJOBMETIS VARESE 85-96

Consultinvest Pesaro: Willams 9, Ross 15, Myles 21, Basile ne, Musso 14, Raspino 8, Judge 6, Crow 5, Reddic 7, Tortù ne. All.Dell’Agnello

Openjobmetis Varese: Rautins 17, Daniel 5, Casella ne, Robinson 17, Lepri ne, Diawara 24, Okoye 4, Deane 13, Callahan ne, Kangur 16, Balanzoni 0, Pietrini ne. All. Pozzecco

Arbitri: Sahin, Bartoli, Weidmann

Spettatori: 3759

Parziali: 22-22, 25-23, 21-26, 17-25

Pesaro – Non riesce la Consultinvest a trovare la sua prima vittoria in un match giocato ad armi pari per 37 minuti, ma che ha visto i pesaresi subire negli ultimi tre minuti un parziale di 13 a 4 che ha deciso il match. Peccato perché si è vista una squadra finalmente reattiva, pur con tutti i suoi limiti tecnici e tattici, bene Myles e Musso per la Vuelle, con Ross andato a corrente alternata e i lunghi che hanno subìto i più esperti Diawara e Kangur, rispetto alla trasferta di Brindisi si sono visti dei miglioramenti, ma c’è ancora tanto da lavorare.

I tifosi della Vuelle nel pre partita

I tifosi della Vuelle nel pre partita

Discreto pubblico sulle tribune per la prima partita casalinga della Consultinvest, con una ventina di tifosi varesini presenti nel settore ospite, starting five con Willams, Myles, Raspino e la coppia di lunghi composta da Ross e Judge, mentre Varese si presenta con il quintetto che ha battuto Cantù, compreso il pivot Daniel dato in dubbio alla vigilia, il primo canestro della serata arriva per merito di Williams che serve un assist al bacio per la schiacciata di Judge che si ripete nell’azione successiva per il 4 a 0 casalingo, Myles centra la tripla del 7 a 3 con Varese che spinge in contropiede ogni volta che può riportandosi a meno uno (10-9), la difesa pesarese stenta a contenere le scorribande degli uomini di Pozzecco, ma l’attacco biancorosso per ora funziona grazie a Williams e Myles, Judge commette due falli offensivi ampiamente evitabili e si accomoda in panchina sostituito da Reddic, mentre si attendono segnali di vita da LaQuinton Ross che si fa notare solamente per un tiro che non arriva al ferro e per una difesa all’acqua di rose, entrano Musso e Crow con Pesaro avanti sul 17 a 15, ma grazie ad una tripla di Diawara, la Openjobmetis passa in vantaggio per la prima volta all’ottavo (17-20), due liberi di Myles consentono alla guardia mancina di raggiungere già la doppia cifra personale in un primo quarto che si mantiene equilibrato e godibile, che si conclude con le due squadre appaiate a quota 22.

Inizio del quarto nel segno di Crow che trova in entrata il canestro del 26 a 24 e si iscrive a referto anche capitan Musso con la tripla del 31 a 29 in un match che continua a viaggiare sui binari dell’equilibrio, Ross riesce finalmente a trovare due punti in penetrazione, ma la difesa pesarese fatica maledettamente a contenere i lunghi varesini e sul 36 a 33 ospite, coach Dell’Agnello chiama timeout per parlarci sopra e il minuto di sospensione sembra aver sbloccato Ross che con sette punti consecutivi riporta avanti la Consultinvest sul 40 a 36, la Vuelle lotta finalmente anche sui palloni vaganti conquistando un paio di importanti rimbalzi in fase offensiva, anche se spreca palloni fondamentali con incredibile superficialità, Varese si schiera a zona per preservare i suoi lunghi dai falli e un primo tempo giocato ad alto ritmo da entrambe le formazioni, si chiude con i padroni di casa avanti per 47 a 45 grazie ad una canestro a fil di sirena di Myles, arrivato a quota 16 punti.

LE FOTO DI DANILO BILLI:

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le statistiche di metà partita evidenziano il buon controllo dei rimbalzi da parte della Vuelle (16-9) e l’alto numero di palle perse (11) con le squadre che stanno tirando con una percentuale superiore al 50%.

Inizio di ripresa nel segno di Diawara che infila due triple da oltre sette metri per il 51 a 49 ospite, con Pesaro brava a rispondere con Myles e Raspino per il 57 a 53 al 24’, Judge commette il suo terzo fallo e Varese ne approfitta per attaccare il ferro e aprire il gioco per il tiro da fuori che fa male alla difesa pesarese che subisce due triple da Rautins e Kangur per il nuovo vantaggio ospite sul 61 a 59, la Openjobmetis piazza un parziale di otto a zero, break fermato da Reddic con un bel canestro in entrata e da capitan Musso con la tripla del meno uno (64-65 al 28’), Williams vola in contropiede per il nuovo vantaggio casalingo che convince Pozzecco a chiamare il suo primo timeout della serata, la Consultinvest sbaglia qualche libero di troppo e il terzo quarto si chiude con Varese avanti per 71 a 68.

Williams commette due falli ingenui ad inizio quarto e Dell’Agnello è costretto a rischierare Myles da playmaker, mossa rischiosa ma inevitabile, con Basile che non sembra godere della fiducia del coach, il pubblico capisce il momento difficile dei suoi e si alza in piedi per sostenere i suoi ragazzi, costretti ad inseguire una Openjobmetis che vola sul 78 a 71 grazie a due triple di Rautins, dimenticato colpevolmente sul perimetro da un evanescente Ross, Musso cerca di far rientrare i suoi nel match con la tripla del meno quattro e un tap-in di Ross riporta a meno tre Pesaro (78-81 al 36’), Musso dall’angolino centra la tripla del 81 a 83, ma la scelta di giocare senza un pivot di ruolo permette a Varese di conquistare due preziosi rimbalzi offensivi, trasformati in punti grazie ad una precisione chirurgica dalla lunetta, la Vuelle sembra aver perso completamente il bandolo della matassa, con un quintetto atipico che non riesce a produrre un’azione offensiva pulita, gli ospiti ringraziano sentitamente e senza grossi meriti si portano sul 90 a 81 con novanta secondi sul tabellone, Dell’Agnello si fa fischiare anche un tecnico e la partita è ormai saldamente in mano a Varese che non deve far altro che lasciar correre il cronometro, aspettando la sirena finale che sancisce il successo della Openjobmetis con il risultato finale di 96 a 85.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>