Le pagelle: Myles e Musso a testa alta, troppa panchina per Reddic

di 

19 ottobre 2014

 

WILLIAMS: Non ha ancora in mano la squadra e non è un problema da poco, in difficoltà nella costruzione del gioco e non guarda il canestro come dovrebbe, 5

ROSS: Talento da vendere, ma deve metterlo sul parquet per 40 minuti e non solamente per qualche sporadica occasione, in post baso potrebbe dominare il match, ma si intestardisce in improbabili conclusioni forzate e in difesa non riesce a contenere mai l’avversario diretto, ci farà penare per tutta la stagione, 5

Musso

Musso

MYLES: L’attacco biancorosso è quasi sempre sulle sue spalle, con 20 tiri tentati di cui sette a segno, gli si chiede anche di fare il play, ma questo snatura il suo modo di giocare e lo rende meno pericoloso, 6.5

MUSSO: Quattro triple messe a referto e la solita voglia di spaccare il mondo, pur con delle forzature che fanno ormai parte del suo modo di intendere la pallacanestro, 16 punti e la migliore valutazione finale dei suoi (19), 6,5

RASPINO: Fatica nel primo tempo, prima di trovare qualche buon spunto nel terzo quarto che gli permette di raggiungere una risicata sufficienza, 6

JUDGE: E’ sicuramente il più ingenuo dei cinque americani arrivati a Pesaro, troppo acerbo nella lotta a rimbalzo e se il pallone non gli arriva nelle vicinanze del ferro non riesce mai a rendersi pericoloso, chiude con 6 punti ed altrettanti rimbalzi, rimanendo sul parquet per soli 16 minuti, 5,5

CROW: Senza infamia e senza lode la prestazione di Nicholas, in difficoltà da numero quattro e poco presente al tiro, 5,5

REDDIC: Dimenticato colpevolmente in panchina nel finale dal suo coach, Reddic con otto rimbalzi è il migliore dei suoi e si rende utile sotto il tabellone, rimane da capire se in futuro avrà più di 20 minuti nelle gambe, altrimenti avremo dei grossi problemi a venire a capo di questa stagione, 6

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>