Urbino, 30 locali sfitti nel centro storico a disposizione di nuove attività. Incontro in Comune

di 

20 ottobre 2014

URBINO – Utilizzare i locali sfitti nel centro di Urbino per incentivare la nascita di nuove attività. La proposta di rivitalizzare il centro storico della città ducale sta prendendo corpo. Nei giorni scorsi infatti Rete Imprese Italia (che annovera le associazioni CNA, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti), ha incontrato Francesca Crespini, assessore alle Attività Produttive e Christian Cangiotti, assessore al Bilancio del comune di Urbino.

Un recente censimento svolto dalle quattro associazioni aveva infatti evidenziato che nel centro storico di Urbino sono oltre 30 i locali attualmente sfitti.

PALAZZO ducale

Palazzo Ducale

Le associazioni hanno quindi presentato alcune proposte operative volte ad agevolare l’utilizzo di unità immobiliari ad uso artigianale e commerciale per la nascita di nuove attività d’impresa.

Tra queste ha trovato interesse negli amministratori la possibilità di supportare l’utilizzo dei locali sfitti a prezzi calmierati attraverso l’istituzione di un fondo di garanzia, nell’ esame di provvedimenti simili adottati in altre città il fondo è partito con una consistenza di 30.000 euro.

Tale fondo verrebbe costituito a garanzia del proprietario per le eventuali inadempienze del conduttore (mancato pagamento del canone nei primi tre anni di durata del contratto sino ad un massimo di sei mensilità).

Rete Imprese Italia di Urbino esprime dunque apprezzamento e si pone in maniera costruttiva e di collaborazione con l’Amministrazione Comunale ritenendo necessario sollecitare l’adozione di politiche atte sostenere la micro impresa artigianale e commerciale, contrastando il fenomeno della chiusura di attività e l’impoverimento del centro storico.

20 ottobre 2014

RETE IMPRESE ITALIA URBINO

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>