Menù degustazione prima dell’acquisto di marijuana, i carabinieri arrestano uno spacciatore a Cartoceto

di 

21 ottobre 2014

Un garage come base per il confezionamento e spaccio di sostanze stupefacenti con tanto di “degustazione” della merce messa in vendita.

Questa era la singolare idea venuta ad un giovane disoccupato di Lucrezia di Cartoceto (PU) già noto alle forze dell’ordine per analoghi reati.

Carabinieri

Carabinieri al lavoro

Stavolta aveva pensato bene di attrezzare il banchetto lontano da occhi indiscreti ed al sicuro del proprio garage ubicato nel seminterrato dello stabile in cui abita. E’ lì che convogliava giovani acquirenti del posto a cui offriva prima dell’acquisto un “assaggio” della marijuana in vendita.

La notizia è giunta agli orecchi dei Carabinieri di Saltara che hanno iniziato a monitorare lo strano via vai di giovani nelle ore serali nei pressi dell’abitazione di una loro vecchia conoscenza.

Osservate le abitudini, è stato predisposto uno specifico servizio e all’ennesimo cliente controllato con la dose di marijuana appena acquistata i Carabinieri hanno fatto irruzione all’interno. Lì hanno finalmente capito il motivo perché i clienti si attardavano così tanto tempo: all’interno vi erano tre clienti che stavano tranquillamente assaggiando le diverse qualità di stupefacente messe in vendita.

G.R. 22enne di origine campana veniva tratto in arresto e condotto in carcere a disposizione dell’A.G. per spaccio di sostanze stupefacenti mentre gli assuntori, di cui uno minorenne, segnalati alla Prefettura.

Nel corso dell’operazione venivano sottoposti a sequestro 110 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento della sostanza stupefacente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>