Anosike-Judge, duello per veri… Amadori. Consultinvest, ad Avellino contro tanti cari nemici

di 

24 ottobre 2014

Già dalla compilazione del calendario nello scorso mese di agosto era chiaro che non sarebbe stato un inizio semplice quello della Consultinvest, con quattro trasferte nelle prime sei partite, due delle quali consecutive sui campi di Avellino e Reggio Emilia, squadre sicuramente in lotta per un posto nei quartieri alti del campionato, inoltre la faccenda si sarebbe complicata se la Vuelle non fosse riuscita a vincere il match più “semplice” almeno sulla carta, quello casalingo contro Varese, ipotesi puntualmente verificatasi e che rischia di complicare maledettamente il cammino verso la salvezza dei ragazzi di Dell’Agnello, o di chiunque siederà sulla panchina biancorossa nel prossimo futuro.

Wally Judge

Wally Judge

Così una Victoria Libertas ancora a quota zero, si presenterà domenica pomeriggio sul difficile parquet di Avellino, armata sicuramente delle migliori buone intenzioni, sperando che per una volta si possano trasformare anche in due punti, ipotesi meno peregrina di quel che si pensi, perché la Sidigas sta pagando le due settimane di ritardo con le quali ha iniziato la sua preparazione pre-campionato e finora non ha impressionato, con qualche inevitabile problema di amalgama e una rotazione dei suoi uomini non ancora ottimale.

Servirà sicuramente una Consultinvest meno confusionaria ed emotiva di quella vista domenica scorsa contro Varese, con una gestione dalla panchina più oculata che non si lasci condizionare dalle scelte avversarie, ma che riesca ad imporre i punti di forza di una Vuelle dalle buone individualità, ma ancora molto lontana dal diventare una squadra a tutti gli effetti, ormai sono passati due mesi dall’inizio della preparazione, in questi sessanta giorni ci sembra perlomeno strano non essere riusciti ad allestire una semplice difesa a zona, specialmente con cinque ragazzi provenienti dai college, campionato dove le difese miste sono all’ordine del giorno, perché se in attacco il talento puro può anche sopperire saltuariamente a qualche ingenuità di troppo, in difesa devi avere qualche freccia in più da poter usare nei momenti di difficoltà, altrimenti subire oltre 90 punti a serata diventerà una spiacevole abitudine.

LA PARTITA DELLA SETTIMANA:

SIDIGAS AVELLINO – CONSULTINVEST PESARO

Domenica 26 ottobre – ore 18.15 – PaladelMauro di Avellino

Diretta televisiva su TVRS – canale 111 del digitale terrestre

L’AVVERSARIA DELLA SETTIMANA

Come tradizione nelle ultime stagioni, non è facile valutare la squadra avellinese, formazione che sulla carta sembra in grado di competere per le semifinali, ma che nel corso dell’anno si complica la vita, soffrendo anche nel centrare l’obiettivo playoff, e il talento indubbiamente non manca a questa Sidigas che può schierare il miglior pivot dello scorso campionato, quel O.D. Anosike che a Pesaro conosciamo bene e che ha iniziato da dove aveva lasciato lo scorso maggio, con la doppia-doppia punti e rimbalzi quasi automatica, a dirigere il gruppo è stato chiamato il play Sundiata Gaines, visto qualche anno fa a Cantù, molto maturato rispetto all’esperienza brianzola e in grado di spingere il contropiede con buona autorità, da Varese invece è passata la guardia Adrian Banks, discreto tiratore in grado di fare anche il play per qualche minuto, mentre l’ungherese Adam Hanga ricopre il ruolo di ala piccola con alterne fortune, ad affiancare Anosike sotto i tabelloni è arrivato Justin Harper, più perimetrale rispetto ad O.D. con un tiro efficace dai cinque metri.

Coach Vitucci può contare anche su altri due ex pesaresi come Daniele Cavaliero, sesto uomo di lusso, sempre micidiale quando è in giornata di tiro con le sue triple “ignoranti” e Marc Trasolini, ala-pivot dalla buona tecnica con grandi doti di rimbalzista, in una panchina dalla quale escono anche il centro Luca Lechtaler e l’ala Riccardo Cortese.

IL DUELLO CHIAVE:

Wally Judge vs O.D. Anosike: Atletismo e centimetri sono dalla parte di Judge, più alto e fisico di Oderah, ma la capacità innata di catturare i rimbalzi non fa parte del bagaglio tecnico del neo pesarese, anche se Wally può mettere in difficoltà l’avellinese se riuscirà ad essere innestato con un pick and roll veloce ed efficace.

IL MOMENTO DELLA SQUADRA

In settimana c’è stata l’attesa nomina del nuovo presidente del Consorzio Pesaro Basket e l’investitura di Luciano Amadori è un primo passo verso quel rinnovamento che la gestione precedente non era stato in grado di effettuare fino in fondo, condizionata da vincoli e veti difficili da superare, Amadori è il titolare della Centro Service srl, società che si occupa di soluzioni per l’industria della cucina, già da qualche anno presente nel Consorzio che, con l’entrata della Clinica Dentale Pesaro e del Ricamificio “Stile Ricamo”, ha portato a 13 i suoi componenti, alcuni presenti con una quota (25.000 euro), altri con due quote e le tre big (Scavolini, Teamsystem ed Ifi) con un impegno uguale o superiore ai 100.000 euro a testa, ma purtroppo le nuove entrate vanno a coprire le uscite di Iper e Banca di Pesaro, per un budget molto simile a quello dell’anno scorso se non si riuscirà a trovare un secondo sponsor da mettere sulle canotte, mentre non sono escluse altre entrate nel Consorzio, seppure con la quota minima, con la speranza di ritornare entro la fine della stagione alla quota di 20 consorziati per poter programmare il futuro con meno apprensione, nelle prossime settimane ci potrebbero essere delle novità positive su questo fronte.

Tornando al basket giocato è innegabile che i sorvegliati speciali della trasferta avellinese saranno LaQuinton Ross e Kendall Williams, ai quali si chiedono quaranta minuti d’intensità e non solo qualche sporadico sprazzo offensivo, perché senza il contributo del suo numero zero e del numero doppio zero, la Consultinvest rischia di ritrovarsi con tre zeri anche nella casella delle vittorie, sarà un bell’esame anche per la coppia di lunghi composta da Judge e Reddic che si troveranno davanti il miglior centro del campionato (insieme al milanese Samuels), Anosike è un maestro nel catturare i rimbalzi grazie alla sua tecnica di tagliafuori da manuale, senza dover saltare necessariamente ogni volta mezzo metro sopra il ferro e i centri pesaresi dovranno cercare di metterlo in difficoltà con la loro velocità per caricarlo di falli.

LA TERZA GIORNATA IN PILLOLE:

Sono cinque le formazioni rimaste a punteggio pieno e quattro di loro si affronteranno in due scontri diretti che promettono spettacolo a cominciare dalla sfida di domenica sera tra Milano e Venezia, mentre nel posticipo del lunedì Sassari ospiterà Brindisi, ad inaugurare il turno sabato sera il match tra l’altra capolista Varese e una Reggio Emilia in leggera crisi di risultati, mentre domenica pomeriggio Bologna ospiterà Caserta e Trento proverà a muovere la sua classifica a spese dell’Acqua Vitasnella Cantù, completano il programma due incontri di medio-bassa classifica come quelli tra Pistoia-Cremona e Capo D’Orlando-Roma.

I PROSSIMI MATCH DELLA CONSULTINVEST:

Sabato 1 novembre ore 20.30: Grissin Bon Reggio Emilia – Consultinvest Pesaro

Sabato 8 novembre ore 20.30: Consultinvest Pesaro – Acea Roma

Lunedì 17 novembre ore 20.30: Banco Di Sardegna Sassari – Consultinvest Pesaro

Un commento to “Anosike-Judge, duello per veri… Amadori. Consultinvest, ad Avellino contro tanti cari nemici”

  1. VisPesaro scrive:

    Tu scrivi “… di Dell’Agnello, o di chiunque siederà sulla panchina biancorossa nel PROSSIMO futuro”.
    Non voglio fare della dietrologia, ma – forse – nelle “stanze che contano” già si sta cercando il suo sostituto a breve?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>