Tartufo, la 49^ Fiera Nazionale di Acqualagna parte col botto: un “Bianco Pregiato” di 800 grammi

di 

26 ottobre 2014

ACQUALAGNA – Inaugurata la 49^ Fiera Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato di Acqualagna alla presenza delle autorità civili , politiche e militari ma il protagonista indiscusso è lui, il Tartufo, quello Bianco Pregiato, Tuber Magnatum Pico. Un esemplare di grande qualità , ben 800 grammi, è comparso come un buon auspicio questa mattina allo stand di Urbani Tartufi raccogliendo attorno a se l’attenzione dei media.

Il Taglio del Nastro:

Tanta gente per sua maestà il tartufo

Tanta gente per sua maestà il tartufo

Per l’inaugurazione un Teatro A. Conti affollato a cui il sindaco Andrea Pierotti ha portato i suoi saluti “ Inauguriamo la 49^ edizione pensando già alla 50^, un anno importante, pieno di significato che coincide anche con l’Expo 2015.” Tra gli altri aspetti ha poi ricordato l’annosa problematica dell’inquadramento merceologico e fiscale del tartufo. “Da quando sono sindaco ne ho sentite tante di proposte di riforme ma non sono mai giunte ad una conclusione. Spero di portarvi una bella notizia annunciandovi che la qui presente senatrice Camilla Fabbri mi ha garantito il suo impegno- e per questo la ringrazio- a presentare un emendamento alla legge di stabilità ( quindi entro la fine dell’anno dovremmo avere un esito) che richiede l’equiparazione del tartufo a prodotto alimentare con iva agevolata.”

Sul palco ha poi preso la parola, per portare il suo saluto e ricordare l’impegno e il sostegno della Camera di Commercio, il Cavaliere Alberto Drudi; a seguire il neo presidente della provincia Daniele Tagliolini il quale ha voluto sottolineare, che non serve creare nuovi brand ma che già Acqualagna è il brand delle Marche, lo sforzo necessario è quello di abbattere i campanilismi e fare rete.

A concludere il Presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca che ha ricordato, come il sindaco Pierotti, il binomio significativo dell’accoppiata Expo 2015 e delle nozze d’Oro della prossima edizione della Fiera del Tartufo. Il Presidente ha ribadito che la Regione Marche punterà molto sul Tartufo di Acqualagna per testimoniare la ricchezza del patrimonio d’eccellenze della Regione. A Milano le Marche avranno un loro spazio in via Brera per organizzare manifestazioni e per incontrare gli operatori economici di altri Paesi. Ci si attende molto da questo grande evento, l’Expo permetterà di fare un salto di qualità e soprattutto di rafforzare l’economia e aumentare le possibilità di lavoro.

“La Regione Marche punta con forza sul Tartufo bianco pregiato di Acqualagna quale testimonial dell’eccellenza complessiva della vita di comunità. E’ per questo che lo presenteremo in questa veste ad Expo 2015, sia nel Padiglione Italia sia nello spazio interamente dedicato al nostro territorio che sarà allestito a Brera nello showroom messo a disposizione gratuitamente da un imprenditore marchigiano”. Lo ha detto il presidente della Regione, Gian Mario Spacca, inaugurando questa mattina la 49^ Fiera del Tartufo bianco di Acqualagna.
“Intorno a questo brand di valenza internazionale – ha detto – vogliamo costruire un sistema integrato che valorizzi tutte le altre produzioni del nostro territorio. L’obiettivo è creare un’economia che metta a fattor comune prodotti della terra come il tartufo, bellezze naturali come il Furlo per Acqualagna e i Sibillini per Roccafluvione e beni culturali come i Bronzi dorati per Pergola e la Domus Aurea per Sant’Angelo in Vado. Il progetto di un sistema regionale del tartufo potrà valorizzare, dunque, i punti di forza di ciascuno, inserendoli in un più vasto disegno integrato che possa avere maggiore potenza e competitività a livello globale. Con l’avvio della Macroregione adriatico ionica, il rapporto con l’Europa passerà soprattutto attraverso questo tipo di strategia. Siamo entrati in una dimensione nuova – ha concluso – che ci impone di affrontare il dialogo con la Ue non più in maniera puntiforme e localistica, bensì con una politica di sistema”.

Nel pomeriggio si apre il Salotto Da Gustare con un grande chef di fama internazionale. Davide Oldani darà il via ai cooking show . Tutti lo conoscono per il suo ruolo di giudice di “The Chef 2” in onda su La5.

Davide Oldani, uscito dalla scuola alberghiera, inizia la propria carriera con Gualtiero Marchesi. A seguire varie esperienze internazionali e nel 2003 apre il D’O, la sua “trattoria”, che unisce altissima qualità e prezzi contenuti. In breve tempo il D’O si vede assegnare numerosi riconoscimenti tra i quali una stella dalla guida Michelin. La filosofia culinaria di Davide Oldani è infatti racchiusa in una parola: Pop, ossia una cucina popolana, vicina alla gente, semplice e spontanea ma allo stesso tempo curata fin nei minimi dettagli, sia nella scelta degli ingredienti che nella preparazione. Ha pubblicato diversi libri. Ad Acqualagna presenterà “ Chefacile. La grande cucina nella cucina di casa tua”( 2013,  Mondadori) L’appuntamento con lo chef POP è previsto alle ore 16.00 per un Cooking show in cui lo chef preparerà un “Profumo Dolce di tartufo bianco pregiato” e farà degustare a tutti i presenti la sua versione Pop del “Risotto al tartufo di Acqualagna”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>