Vince Marquez ma Valentino piega Lorenzo in gara e in classifica. Il dottore: “Ho provato a vincere”

di 

26 ottobre 2014

Una impennata di gioia quella di Vale sotto la bandiera a scacchi di Sepang, una impennata di gioia per festeggiare un secondo posto che consolida la sua seconda posizione in classifica mondiale: <Sono contento, molto contento – ha detto il Dottore – perché in questo fine settimana abbiamo tribolato parecchio. Però con la squadra siamo riusciti a trovare il giusto assetto e sono andato forte, anzi dico che io sono stato forte. Il mio obiettivo era Lorenzo ma poi a un certo punto mi sono detto che si poteva anche provare a vincere. Ci ho provato sin che ho potuto ma in ogni caso mi sono divertito molto: ecco soffro parecchio nelle prove ma in compenso in gara mi diverto un sacco>.

Gp di Misano foto Ballante

Rossi se la ride. Foto Ballante

Uno spettacolo questa corsa sin dall’inizio con sportellate tra Lorenzo e Marquez fin dalla prima curva, poi con Vale e Jorge che si spintonavano alla successiva di curve e poi, al secondo giro, Pedrosa che andava lungo disteso perdendo l’anteriore in staccata.

Dani riprendeva la pista e si produceva in una grande rimonta per cadere poi nuovamente nel finale.

Lorenzo ha condotto la gara a lungo ma a 11 giri dalla fine Rossi lo ha passato e Marquez, qualche minuto dopo, ha fatto lo stesso e si è messo alla caccia del pesarese, caccia che si è conclusa a 9 giri dal termine quando Vale è arrivato lungo e Marc ha preso il comando delle operazioni per tenerlo sino alla bandiera a scacchi..

Nelle fasi finali, negli ultimi due giri, Jorge ha provato a rimontare su Vale ma non è riuscito nell’impresa.

Peccato per Dovizioso che nel finale ha accusato un calo di potenza alla sua Ducati che lo ha relegato all’ottavo posto, peccato per Petrucci, uscito di scena quando era 13esimo, peccato per De Angelis che nel finale ha perso tre posizioni classificandosi 15esimo.

MOTO 3 – Corsa spettacolare quella di apertura, scattata alle 6 di mattina ora italiana, della giornata di gare in Malesia.

Miller, contendente di Alex Marquez per la conquista del titolo mondiale conduttori, si è piazzato secondo alle spalle del vincitore Vazquez mentre Marquez si è classificato quinto e mantiene- a una gara dal termine- 11 punti di vantaggio su Miller.

Ecco probabilmente l’australiano Miller il titolo forse lo ha perso oggi, perché a Valencia nell’ultima corsa dell’anno, è facile ipotizzare che i piloti spagnoli faranno muro per favorire il loro connazionale: sarà Spagna contro Miller per conquistare anche il terzo titolo iridato, dopo quelli di Marc Marquez in Moto Gp e Tito Rabat in Moto2.

Miller è stato protagonista di una corsa aggressiva, molto aggressiva nei confronti di Marquez, ai limiti della correttezza, ma queste sono le gare e Miller ha fatto il suo mestiere mentre Marquez ha badato a non fare errori e portare la sua Honda al traguardo.

Grande gara per Masbou, sesto con la Honda del team pesarese Ongetta- Rivacold, protagonista di una rimonta esaltante, settimo un bravo Antonelli che il prossimo anno prenderà il posto di Masbou nel team di Giancarlo Cecchini.

Undicesimo al traguardo Bastianini, a punti anche il fanese Alessandro Tonucci, quindicesimo, autore di una fantastica rimonta visto che al primo giro era transitato nelle retrovie. Le sofferenze di “Tonu”, in sella ad una moto non molto performante, stanno per finire e, dopo Valencia, approderà al team Ambrogio per il 2015.

Sfortuna nera per i piloti del team Sky by VR46 visto che sia Fenati sia Bagnaia si sono dovuti ritirare, Migno è caduto tirato giù da un avversario, ritirati anche i due piloti del Team Italia della Federazione Motociclistica Italiana. A Valencia ci sarà da divertirsi con la Moto3.

MOTO 2– Tito Rabat, conquistando il terzo gradino del podio in gara, si è laureato campione del mondo.

Ha vinto Vinales che ha preceduto Kallio, che contendeva a Rabat l’iride. Sette vittorie quest’anno in gara per Rabat e Tito ha meritato alla grande questo titolo: <Sono stanco è stata una gara molto difficile – ha detto “Titone”- e questo titolo lo dedico alla mia mamma: lei dal cielo mi ha sempre aiutato>.

Grande gara per Mattia Pasini che partito 34esimo dopo una caduta in prova dove era rimasto senza freni, si è piazzato 13esimo.

Franco Morbidelli è caduto, mentre il torinese Rolfo – al rientro con la moto del team Tasca- ha conquistato la 14esima posizione, 17esimo il marchigiano Baldassarri e…. CIAO SIC.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>