Volley Pesaro, la bellezza della pallavolo: spettacolo in campo e sugli spalti

di 

26 ottobre 2014

VOLLEY PESARO – CS SAN MICHELE FIRENZE 3 – 1

VOLLEY PESARO: Spadoni ne, Salvia 11 (9/11; 2 muri), Zannini (L: ricezioni 20, errori 2, positiva 65%, perfetta 25%), Sestini 13 (11/20; 2 muri), Concetti ne, Di Iulio 3 (2/2; bv 1), Battistelli (ricezioni 1, positiva 100%, perfetta 100%), Bellucci 7 (6/38; 1 muro. Ricezioni 16, positiva 94%, perfetta 38%), Battistoni ne, Bordignon (0/1. Ricezioni 1, positiva 100%), Mezzasoma 27 (23/48; bv 2; muri 2), Babbi 18 (16/40; bv 2; muri 2. Ricezioni 22, positiva 77%, perfetta 41%). All. Bertini.

CS SAN MICHELE: Miccadei 9 (9/35), Ceresi, Brandini 7 (5/12; 2 muri), Fidanzi 5 (5/30), Colzi 3 (3/10), Agresti (L: ricezioni 22, positiva 77%, perfetta 41%), Cheli 16 (13/36; 2 bv; 1 muro), Bottarelli, Stolfi, Rosati 12 (10/23; 2 muri), Sacconi 2 (2/11). All. Alderani.

ARBITRI: Solazzi e D’Angelo

PARZIALI: 25-13; 22-25; 25-18; 25-11 in 104 minuti.

STATISTICHE DI SQUADRA:

VOLLEY PESARO: Battute 96, errori 3, punti 3. Ricezioni 62, errori 2, positiva 77%, perfetta 34%. Attacchi 160, errori 6, muri subiti 6, punti 67, 42%. Muri fatti 9.

CS SAN MICHELE: Battute 68, errori 6, punti 2. Ricezioni 90, errori 3, positiva 71%, perfetta 32%. Attacchi 157, errori 11, muri subiti 9, punti 47, 30%. Muri fatti 5.

NOTE: spettatori circa 1.000. E qualcuno è tornato a casa per mancanza di parcheggi, perché quello grande della Fiera è rimasto chiuso. Il Volley Day organizzato dalla società pesarese ha portato oltre trecento atlete al BancaMarchePalas, che hanno tifato e sostenuto le ragazze di Bertini. Oltre alle tesserate del Volley Pesaro, erano presenti anche le ragazze di Volley Montecchio, Montegranaro, Blu Volley, Montesi e Cattolica Volley. In tribuna Chiara Di Iulio, giocatrice di Piacenza, sorella di Isabella, grande protagonista nel successo di sabato nella Supercoppa italiana, e le urbinati Vujko e Leggs.

Salvia a muro

Salvia a muro

PESARO – Che spettacolo in tribuna, con tante giovanissime pallavoliste accompagnate dai familiari e gli striscioni dei Balusch. Il primo è inequivocabile: “La vogliAmo”. E ancora “Fan Club Pazzi per voi. Infine “Quando il gioco si fa duro le dure cominciano a giocare”. Una premonizione? Certo è che le ragazze di Bertini hanno regalato spettacolo nel primo set, ma poi si sono bloccate, facendosi raggiungere dalle fiorentine che hanno guadagnato – con merito – l’1 pari e hanno menato le danze nel terzo parziale, fino al 13-15, quando – appunto – le due hanno ripreso a giocare. E per il CS San Michele si è fatta notte. Non solo per l’ora solare.

Il Volley Pesaro ha chiuso 3-1 e incassato tre punti che la collocano in vetta alla classifica, in coabitazione con Orvieto e Perugia.

Lo spettacolo in campo lo ha regalato una scatenata Mezzasoma, dotata di un colpo che poche hanno. E Salvia e Sestini hanno dominano le centrali avversarie, che pure erano annunciate quale punto di forza della squadra toscana. Bene, le toscane di Pesaro hanno fatto la differenza, con Salvia che ha chiuso con percentuali favolose.

E quando Babbi e Bellucci, ottime in difesa e ricezione (osservate le loro cifre), hanno accusato difficoltà offensive, coach Bertini è stato bravo a concedere loro fiducia, ripagata con una fase finale di grande spessore anche in attacco. Notevoli i colpi della ravennate, davvero pregevoli alcune conclusioni di Bellucci, che in una parallela – nessuno s’offenda per il paragone – ha ricordato la brasiliana Mari, protagonista del primo scudetto pesarese.

Davanti agli occhi della sorella maggiore, Isabella Di Iulio ha diretto con maestria, accusando un solo passaggio a vuoto (infrazione in palleggio) nel secondo set. Puntuale Sara Zannini, e brava Marika Battistelli quando è stata chiamata in causa.

PRIMO SET: un monologo. Firenze resta in scia fino al 4-3 interno, poi crolla sotto i colpi di Elisa Mezzasoma. L’opposta umbra non conosce ostacoli e chiude con 5 punti. 3 Sestini e Salvia, 2 Babbi e Bellucci, 1 Di Iulio. Al momento non c’è partita, con Firenze che ci mette del suo (invasione) regalando il 25° punto, a 13, in 22 minuti.

SECONDO SET: come sovente accade nello sport, un parziale facile può diventare un handicap. Che Firenze coglie, soprattutto con un gioco che porta Cheli (opposto) a scambiare velocemente il posto con la centrale (Sacconi) e ad attaccare da posto 3. Le ospiti partono bene (0-3) e proseguono meglio (3-8). Lo stesso punteggio con cui Pesaro era andata al promo time-out tecnico nel set precedente. Un muro di Salvia porta al meno 1 (9-10), ribadito più volte. E anzi un servizio vincente di Di Iulio ribalta il risultato: 18-17. Coach Alderani ferma il gioco e la risposta delle sue ragazze è vincente: un parziale di 2-6 spinge Firenze al successo del set, con Pesaro che ci mette qualcosa di suo, rendendo inutili i 9 punti di Mezzasoma, immarcabile. Mancano i punti da posto 4, tanto che Bertini ha utilizzato anche la giovane Bordignon, grande a San Giustino una settimana fa. Finisce 22-25 in 31 minuti.

TERZO SET: l’avvio è un bis del precedente: 0-3 e ancora 4-7. Ora Mezzasoma è controllata meglio dalla difesa ospite che s’esalta su ogni palla. Ma quando l’opposta segna il primo punto è una scossa salutare. Anche Firenze sbaglia (9-8), ma si riporta in vantaggio (11-13). Arriva – attesissima – la micidiale parallela di Bellucci, cresce Diletta Sestini e la difesa non fa cadere più una palla. Dal 13 a 15 si passa in un attimo (turno in battuta di Isabella Di Iulio, soprattutto muro di Salvia) al 20-15. Un break firmato da Francesca Babbi, che ha trovato il modo di superare il muro-difesa avversario. Non c’è più partita, perché funzionano tutti i fondamentali. Chiude la solita Mezzasoma: 25-18 in 26 minuti.

QUARTO SET: azzannato l’osso, Pesaro non molla la presa. Il quarto parziale è una sfilata del meglio che può offrire una bella squadra di volley. Di Iulio guida con varietà di schemi, le compagne la ripagano puntualmente. E come sempre la difesa dà carica all’attacco. In alcuni frangenti è davvero notevole. Dal 3 a 4 si va sul 7 a 4. Al secondo time-out le ospiti sono doppiate: 16-8. Il divario aumenta sul 20-8. Pesaro chiude 25-11 in 25 minuti e dà appuntamento a domenica prossima, con Rieti, stessa ora, nella speranza di concedere il bis, sugli spalti e in campo.

Gli altri risultati della seconda giornata di andata:

Giocate sabato:

Fortitudo Città di Rieti – Lucky Wind Trevi 3-0 (26-24; 25-22; 25-19)

Volleyrò Casal de’ Pazzi Roma – Re-Hash Pagliare 3-2 (25-17; 22-25; 25-17; 15-25; 15-9)

Zambelli Orvieto – San Giustino 3-0 (35-33; 25-12; 25-20)

Gecom Security Perugia – Proger V. Friend Roma 3-0 (25-18; 25-22; 25-16)

Dilucca N8lini Capannori – Mt Motori Idea Volley Bologna 1-3 (23-25; 25-17; 17-25; 22-25).

Giocate domenica:

Evoluzione Ostia – Todi Volley 0-3 (21-25; 12-25; 20-25).

La classifica:

Orvieto, Perugia e PESARO 6

Casal de’ Pazzi 5

Todi, Firenze, Rieti, Bologna e Trevi 3

Capannori e Pagliare 2

Ostia, San Giustino e Proger V. Friends Roma 0

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>