Tartufo d’oro a Sant’Angelo in Vado, 80 mila presenze

di 

27 ottobre 2014

SANT’ANGELO IN VADO-Una 51esima edizione che non si smentisce, 80mila le presenza dall’apertura alla scorsa domenica. Nella mattinata di ieri l’evento più atteso, forse il più importante. La consegna del Tartufo D’oro.

Il premio, disegnato dallo stilista Piero Guidi, viene conferito a personalità che si sono particolarmente distinte a livello territoriale e internazionale nei settori più diversi: dalla medicina, all’arte, passando per cinema e musica, allo spettacolo.

Vini della gara. Foto Raffaele Papi

Vini della gara. Foto Raffaele Papi

Anna Falchi, oltre ad aver ricevuto il premio ha benedetto questa importantissima manifestazione giunta alla cinquantunesima edizione; “un volano per l’economia che attira gastronauti e turisti da tutto il mondo”. Premiato, da Brunello Cuccinelli, anche Il volto del TG5, Costanza Calabrese, che rivela come la cittadina Vadese sia amata nella redazione dell’ammiraglia del Biscione. I grandi nomi della musica italiana come Red Canzian sono saliti sul palco dello Zuccheri per ritirare l’ambito vessillo. Proprio Caznian ricorda il forte legame con Sant’Angelo perché, quando fu chiamato ad entrare nei Pooh, si trovava in Urbino e a Sant’Angelo ha avuto la fortuna di lavorare con il Maestro Gianfranco Monaldi, e proprio per l’artista vorrebbe dare un concerto omaggio nella città che ieri lo ha premiato. Chiara Paduano ha ritirato i premio in nome della redazione del TGR Rai e Elena Ballerini di “Mezzogiorno in Famiglia” è stata premiata da Lorenza Cesa, Europarlamentare UDC. Anche lo sport ha avuto i suoi vincitori sul palco del teatro comunale; Giuseppe Ottaviani, ultra novantenne e vincitore di diverse medaglie ai campionati europei di atletica senior. Paolo Sesti, presidente della Federazione Motociclistica Italiana. Le eccellenze della locale sanita, Tartufo D’Oro per Paola Manna, radiologa dell’ospedale di Urbino. Premiazione alla memoria per il presidente della Vadese, Giuseppe Lombardo. Riconoscimento ritirato dalla figlia Giusi.

La cerimonia, svoltasi al teatro comunale, in pieno centro storico, è stata condotta dalla giornalista Barbara Capponi e dal comico Stefano Masciarelli.

La rassegna terminerà questo 2 novembre ma sono tanti gli eventi che attireranno ospiti a Sant’Angelo in Vado. Non solo tartufo è il caso di dirlo.

Piatto della gara

Piatto della gara

Spettacoli, musica enogastronomia e cultura. Venerdì, in occasione di Halloween, stuzzicherie e ristorantini aperti nelle antiche cantine, sabato festival della poesia e Leonardo Nobili presenterà una propria installazione, ore 21:30 teatro Zuccari.

Questa sera grande sfida nella magnifica cornice di Palazzo Mercuri, si tenuta una gara tra importanti chef del territorio, alcuni di essi giovanissimi. Daniele Forlucci dell’”Osteria la Gatta” di Lunano, Patrizia Agostini dell’”Oasi San Benedetto” di Lamoli, Federico Lai del ristorante “Vecchio Urbino” di Urbino e “Gianluca Pasetti” del Gatto e la Volpe di Pergola. I quattro si sono sfidati tra colpi di souté e abbinamenti originali per il Premio Tartufo della Massa Trabaria e del Montefeltro. Mercoledì 29 infatti si terrà il Gran Galà del Tartufo Bianco, una cena dove i piatti preparati dagli chef andranno a comporre il menù ideale al tartufo bianco pregiato. Quasi terminati i posti a disposizione, gli interessati possono contattare la Segreteria Mostra del Tartufo tel. 0722 819924, info@mostratartufo.it oppure la Cooperativa Sociale il Cerchio – Guida Turistica Specializzata Cristina dott.sa Stefani , tel. 347 9782936 info@guidaurbino.com info@guidagradara.com

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>