PesaroFano, “Saracinesca” Moretti presenta la gara con il “suo” ex Forlì: “Loro molto forti e arrabbiati, ma noi stiamo bene”

di 

30 ottobre 2014

Il portiere del PesaroFano Diego Moretti, ex di turno nella gara di sabato col Forlì

Il portiere del PesaroFano Diego Moretti, ex di turno nella gara di sabato col Forlì

PESARO – “Occhio al Forlì, specie in casa è una squadra fortissima”: a presentare la partita di sabato dell’Italservice PesaroFano è il portiere Diego Moretti, ovvero il nuovo guardiano dei pali della squadra di Roberto Osimani. Un matrimonio che è partito benissimo, con 10 punti conquistati in quattro gare disputate, ma che ora si appresta a vivere esami ancor più significativi. Merito anche delle tante parate di un super Moretti, l’anconetano nuovo numero uno biancorossogranata (anche se sulle spalle preferisce indossare il 12).

A lui abbiamo rivolto alcune domande per fare il punto su questo avivo di stagione e poi per presntare la sfida di sabato col Forlì, ovvero la sua ex squadra.

Risultati (positivi) a parte, come è stato l’impatto di Moretti con la nuova realtà del PesaroFano?
“Sia con la società che con i compagni è stato molto positivo. Quello che mi fa più piacere è che già i primi risultati ci stanno dando ragione, anche se è vero che fin qui abbiamo incontrato le squadre della parte destra di classifica. Ora invece arrivano le partite sulla carta più difficili e dovremo dimostrare di che pasta siamo fatti. Io sono molto fiducioso, perché al di là di chi ci siamo trovati di fronte noi abbiamo sempre tenuto un bel ritmo, dando intensità al nostro gioco”.

Sabato vi aspetta il Forlì tua ex squadra. Una sfida sicuramente emozionante per te. Che squadra si troverà di fronte il PesaroFano?
“Io a Forlì sono stato benissimo: sono dovuto venire via per cause di forza maggiore e sarà un piacere incontrare nuovamente le nosre strade. Ci troveremo di fronte una squadra molto forte, reduce da due sconfitte sconsecutive e quindi col dento avvelenato. Peraltro hanno perso una gara anche in casa, ovvero laddove in questi ultimi anni in pochi hanno portato via punti. Conoscendoli immagino che ci verranno a prendere alti, di conseguenza dovremo essere pronti ad avere le idee chiare su cosa fare”.

Voi potrete contare su un Lamedica in grande crescita. E’ lui la vostra arma in più?
“Conoscevo bene Giacomo già prima di arrivare qui ed ero sicuro che avrebbe fatto bene anche in A2 e lui lo sta confermando. Diamogli tempo di ambientarsi al massimo in questo campionato e vedremo tutti che razza di giocatore che è Lamedica”. I tifosi del PesaroFano e tutte le Marche fanno il tifo anche per lui.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>