La Vuelle vuole fare uno scherzetto a Reggio Emilia. Senza Crow, sognando Antonutti, “esame” per Williams con il Cincia

di 

31 ottobre 2014

PESARO – Non sarebbe proprio la trasferta ideale quella di Reggio Emilia per sbloccare la classifica della Consultinvest, ferma a quota zero dopo tre turni e attesa da un match contro una delle “big” del campionato, anche se finora gli emiliani hanno accusato qualche battuta d’arresto di troppo tra campionato ed Eurocup, ma al calendario non si comanda e dalla terza trasferta in quattro partite è lecito attendersi, se non i due punti, quei miglioramenti tecnici che finora si sono intravisti solo a sprazzi, nascosti tra le mille amnesie difensive che stanno caratterizzando il secondo anno della gestione di Dell’Agnello, ricordandoci che anche nella stagione precedente la Vuelle non brillava per la sua tenuta difensiva.

Si va a Reggio Emilia con l’aggravante dell’infortunio di Nicholas Crow, fermo ai box per un’infiammazione al ginocchio che lo potrebbe tenere fuori dal parquet per diverso tempo, imponendo alla dirigenza biancorossa di trovare un sostituto nel più breve tempo possibile, per ritornare ad una rotazione di nove uomini più consona alle esigenze della squadra, dato che per adesso nessun giocatore è insostituibile come poteva essere l’Anosike della stagione scorsa e coach Dell’Agnello ha bisogno di tutti gli uomini disponibili per non far calare l’intensità degli allenamenti, unica strada percorribile per far migliorare tecnicamente questo gruppo.

kendall Williams

kendall Williams

Il mercato purtroppo non offre molta scelta nel settore lunghi italiani, nonostante il clamoroso passaggio del pivot della nazionale Marco Cusin da Sassari a Cremona, operazione che in settimana ha sorpreso gli addetti ai lavori per la rapidità con la quale è avvenuta, senza che dalla Sardegna trapelassero voci di un possibile dissidio tra il pivot e lo staff del Banco, acquisto che potrebbe di fatto togliere la Vanoli dall’elenco delle squadre in lotta per salvarsi, specialmente dopo le due vittorie esterne conquistate dagli uomini di coach Pancotto.

Così in questi giorni stanno circolando i soliti nomi, con il possibile ritorno a Pesaro di Simone Flamini o Gigi Dordei, anche se il vero obiettivo rimane Michele Antonutti, uscito dall’oneroso contratto con Reggio Emilia e libero di firmare con chiunque, con Forlì in grado di offrirgli più soldi della Vuelle, quando e se riuscirà a pagare vecchie pendenze che gli hanno bloccato il mercato, ma con Pesaro che metterebbe sul piatto la garanzia di poter giocare da protagonista per una ventina di minuti a serata in serie A, un’alternativa è rappresentata anche da Matteo Canavesi, attualmente in forza a Casalpusterlengo in Legadue Gold, con un contratto a gettone fino al 15 novembre, ma per la trasferta di Reggio Emilia, che si giocherà sabato sera perché gli impegni europei della Grissin Bon, non arriverà nessun rinforzo.

LA PARTITA DELLA SETTIMANA:

GRISSIN BON REGGIO EMILIA – CONSULTINVEST PESARO

Sabato 1 novembre – ore 20.30 – PalaBigi di Reggio Emilia

Diretta televisiva su TVRS – canale 111 del digitale terrestre

L’AVVERSARIA DELLA SETTIMANA

Nonostante le assenze per infortunio di Darius Lavrinovic, del lettone Ojars Silins, del giovane centro Giovanni Pini e, soprattutto, di Drake Diener, mvp dello scorso campionato, il roster reggiano rimane sempre di primissimo ordine e coach Max Menetti può contare su altri otto-nove giocatori di buonissimo livello, dove gli italiani sono veramente protagonisti a cominciare dal play della Nazionale Andrea Cinciarini e dal centro Riccardo Cervi, con l’anconetano Achille Polonara sempre più calato nel ruolo di sesto uomo di lusso, ma le vere note positive di questo inizio di stagione arrivano dall’esplosione dei gioiellini Amedeo Della Valle, classe ’93, che, con i 32 punti segnati a Pistoia sabato scorso, è entrato nel ristretto novero di italiani capaci di superare quota 30 in un singolo match e del play Federico Mussini, classe ’96, ma già con la sfacciataggine di un veterano.

Ma non ci sono solamente italiani di buon livello in questa Grissin Bon, dove il ritorno della guardia Donell Taylor, miglior realizzatore del campionato due stagioni orsono, come sostituto a gettone di Diener, alza di parecchio il valore nel settore esterni, dove il 37enne Kaukenas è sempre in grado di far male alle difese avversarie, mentre sotto i tabelloni Ksistof Lavrinovic non fa rimpiangere il gemello Darius.

IL DUELLO CHIAVE

Kendall Williams vs Andrea Cinciarini: Esame di maturità per Williams, che dovrà cercare di arginare le scorribande di Cinciarini per il parquet e di metterlo in difficoltà attaccando il ferro con convinzione, senza perdersi in inutili virtuosismi tecnici od improbabili passaggi forzati ai compagni.

IL MOMENTO DELLA SQUADRA

Venendo a mancare gli oltre 13 minuti di media giocati da Nicholas Crow, tutti gli altri otto componenti del roster biancorosso vedranno aumentare il loro minutaggio con la speranza che aumenti anche il loro rendimento sul parquet, tutti i reparti saranno chiamati agli straordinari, specialmente la coppia Raspino-Reddic, molto in ombra finora, con l’ala italiana che sta cercando di compiere il salto di qualità, incontrando parecchi ostacoli sul suo cammino, mentre Juvonte continua nel suo andamento da montagne russe, con giocate apprezzabili tecnicamente alternate ad errori banali, entrambi dovranno garantire minuti nello spot di numero quattro, soprattutto in fase difensiva dove Lavrinovic li porterà a scuola con la sua decennale esperienza ad alto livello.

Coach Dell’Agnello dovrà giocoforza schierare i suoi a zona per parecchi minuti, arma che dovrà diventare un fattore nel prossimo futuro se riuscirà a farla digerire ad un gruppo in palese difficoltà in molti dei suoi elementi nella marcatura individuale, ma che potrebbe trovare nella zona due-tre, alternata ad una zone-press, un’indispensabile arma tattica per sopperire alla carenza di esperienza di molti dei suoi elementi, non guasterebbe ritrovare un Anthony Myles maggiormente coinvolto offensivamente nel gioco, cercandolo dietro la linea dei tre punti, mentre l’imberbe Judge dovrà stare attento al pick and roll reggiano, concluso spesso con lo scarico per far schiacciare i 213 cm di Riccardo Cervi, il pronostico naturalmente è tutto dalla parte di Reggio Emilia, ma la Consultinvest dovrà continuare nel suo percorso di crescita individuale e di tutto il gruppo.

LA QUARTA GIORNATA IN PILLOLE

Oltre alla Vuelle, sabato saranno impegnate anche Brindisi e Trento nel consueto anticipo serale per la diretta streaming sul sito della Gazzetta, in una giornata senza match-clou che si preannuncia equilibrata: Caserta cercherà di lasciare quota zero nel match casalingo contro Pistoia, con Capo D’Orlando che per trovare i suoi primi punti dovrà espugnare un campo che si è fatto improvvisamente difficile come quello di Cremona, Cantù proverà ad uscire da un momento delicato sfruttando il match casalingo contro la Virtus Bologna, mentre Venezia e Varese dovrebbero dare vita ad un incontro spettacolare, le due capolista sono attese da trasferte impegnative, con Sassari che va a far visita all’Acea Roma, mentre nel posticipo del lunedì, Avellino cercherà di rendere la vita difficile all’Armani Milano.

I PROSSIMI MATCH DELLA CONSULTINVEST

Sabato 8 novembre – ore 20.30 – Consultinvest Pesaro – Acea Roma

Lunedì 17 novembre – ore 20.30 – Banco di Sardegna Sassari – Consultinvest Pesaro

Domenica 23 novembre – ore 18.15 – Consultinvest Pesaro – Upea Capo D’Orlando

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>