Vallefoglia, Lucarini : Lavori Pubblici ed investimenti, Ucchielli fuori dalla realtà

di 

2 novembre 2014

Luca Lucarini*

Fino ad oggi i bollettini giornalieri della Giunta (sul modello Eiar anni ’30) sono stati a tratti anche divertenti.

Stessi annunci ripetuti ciclicamente senza lesinare sui superlativi (“incessante” e “straordinario” sono stati utilizzati più delle virgole) in pieno stile propagandistico tanto caro al nostro Sindaco, il più delle volte basati sul nulla o poco più.

Divertenti, dicevamo, fino a qualche giorno fa quando nel leggere l’ennesimo “mattinale” della Giunta e soprattutto la delibera di approvazione del piano triennale dei lavori pubblici c’è stato un po’ meno da ridere e più di un motivo per preoccuparsi.

Ucchielli infatti annuncia una vera e propria valanga di euro di investimenti sul territorio nel prossimi tre anni: 30 milioni ! Cifra che farebbe tremare qualsiasi assessore al Bilancio di un normale Comune che deve fare i conti con tagli e debiti ma non a Vallefoglia, semplicemente perché le deleghe al Bilancio, Ucchielli se l’è tenute per sè, e questo è il secondo grande motivo di preoccupazione.

Siamo dunque in piena fase di auto-marketing di un Sindaco capace di governare solo attraverso la costruzione di opere da lasciare a “futura memoria”, senza nessuna visone strategica e senza nessun contatto con la realtà e le difficoltà che i cittadini e le imprese vivono!

Auditorium, Cinema, Eliporti, mega parcheggi … se ne sentono davvero di tutti i colori e soprattutto vengono sciorinate cifre a 6 zeri come fossero caramelle.

Ma qual’è il livello di serietà? Fino a dove può spingersi la vanità e lo smisurato ego di un politico? Ma soprattutto, dove pensa Ucchielli di reperire così tante risorse?

Potremmo tralasciare i 10 milioni che (lui dice) arriveranno dalla Regione per investimenti che nonostante tutto attendiamo da anni (distretto, depuratore, cassa di espansione) sui ritardi dei quali anche il nostro Sindaco ha le sue belle responsabilità…. ma gli altri 20 milioni? Da dove salteranno fuori?

Vendendo importanti proprietà pubbliche? Oppure tramite un indiscriminato ricorso ai mutui?

Eh sì, perché su questo tema i trascorsi non lasciano molto tranquilli. L’ultimo anno di Ucchielli alla Presidenza della Provincia verrà ricordato per i 120 milioni di nuovi prestiti accesi e a quanto pare il vizio non è stato perso se pensiamo che nei primi 4 mesi da Sindaco di Vallefoglia sono stati aperti nuovi mutui per 1.600.000 euro! Ma questo, ovviamente, non è comparso in nessun comunicato.

Così come non vengono comunicati i livelli di tassazione locale: tariffe confermate per tutto il 2015 con ADDIZIONALE IRPEF che più alta non si può (0,8%) e IMU – TASI poco sotto le aliquote massime. Nessun cenno di riduzione nè tantomeno di detrazioni degne di tale nome!

Non sarebbe più opportuno destinare una parte di risorse per diminuire la pressione fiscale comunale, anziché continuare a costruire cattedrali nel deserto? Pensate che ad un cittadino serva un eliporto vicino casa o qualche centinaio di euro in più nel bilancio familiare?

Ucchielli torni dunque alla realtà, lasci stare gli eliporti, i mutui e i project financing, non è il momento più adatto per pensare a queste cose!

È invece il momento per ridurre drasticamente tariffe e imposte locali ed introdurre detrazioni e agevolazioni che possano concretamente favorire il potere di acquisto delle famiglie che, oggi, versano al Comune oltre 6.000.000 di euro tra IMU, TASI, TARI e Addizionale IRPEF.

Qualcuno, nella maggioranza, inviti il Sindaco ad intraprendere una strategia più ragionata e meno compulsiva… ne va del nostro futuro!

*Consigliere comunale “Insieme per Vallefoglia”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>