Vis – Maceratese 0-2, bis di Ferri Marini. Magi, emozione e vittoria al Benelli

di 

2 novembre 2014

VIS PESARO – MACERATESE 0-2

VIS PESARO (4-4-2): Teodorani; Fabbri, Vagnini (41′ st Torelli), Brighi, G.Dominici; Rossi (40′ st Rossini), Rossoni, Granaiola, Bugaro; Evacuo (33′ st Bartolucci), De Iulis. A disp.: Osso, Pangrazi, Rosati, Vita, Bottazzo, Cobaj. All. Bonvini

MACERATESE (4-3-3): Fatone; Cordova, Garaffoni, Marini, D’Alessi; Perfetti, Croce, De Grazia; Kouko, D’Antoni (45′ st Belkaid), Bartolini (20′ st Ferri Marini). A disp.: Moscatelli, Cervigni, Lari, Capparuccia, Romano, Tortelli, Lattanzi. All. Magi

ARBITRO: Mansi di Nocera Inferiore

MARCATORE: 47′ pt autogol Fabbri (V), 32′ st Ferri Marini (M)

NOTE: Al 45′ st Teodorani (V) para un rigore a D’Antoni (M). Giornata serena. Spettatori 800 circa con oltre 150 tifosi da Macerata (428 paganti per un incasso di 4430 euro). Espulsi D’Antoni (M) e  il ds D’Anzi (v) al 45′ st. Ammoniti: Bugaro (V), Kouko (M), De Iulis (V), Granaiola (V), D’Alessio (M). Angoli: 4-6. recuperi: pt 2′, st 6′

 

Mister Magi ai tempi della Vis

Mister Magi ai tempi della Vis

PESARO – Il ritorno di mister Peppe Magi al Benelli coincide con il testacoda del campionato: la capolista imbattuta Maceratese contro la Vis Pesaro ultima in classifica e ancora a caccia di vittorie. Non sarà una partita come le altre, non sarà semplicemente il derby numero 58 tra la Rata e i pesaresi: sarà uno scontro fondamentale per calibrare i rispettivi campionati. Per Magi, già vincente contro Fano e Civitanovese, due derby diversamente pesanti per lui e per la piazza maceratese, ora deve superare anche questo banco di prova. Per la Bonvini e la Vis, invece, si tratta di un incrocio fondamentale: in casa l’ultima vittoria è datata 27 aprile 2014, 1-0 sull’Angolana a cura proprio dell’ultima Vis di Magi. Tradotto: è ora di aggiornare la contabilità. Anche perché il campionato non attende e questa squadra, questa Vis, ha già troppe volte accarezzato i tre punti vedendoli poi scivolare via per situazioni al limite del metafisico (vedi le due reti del Matelica in zona Cesarini o l’espulsione di Zanigni per scambio di persone domenica scorsa a Recanati).

Nella Vis mancherà Zanigni, squalificato, e Pensalfine infortunato mentre saranno da verificare le condizioni di Granaiola, Eugenio Dominici ed Evacuo. Ritornano nel gruppo Pangrazi e capitan Giovanni Dominici.

Nella Maceratese, tranne Storani infortunato, saranno nuovamente tutti presenti dopo tre turni vissuti in emergenza ma portati a casa con 2 vittorie e un pareggio con la Fermana: dopo tre giornate di squalifica torna, nel tridente d’attacco, la freccia ivoriana Kouko (in panca Tortelli). In difesa riecco Garaffoni, Consalvo e il portiere, classe ’96, Fatone. Bartolini potrebbe essere la sorpresa al centro dell’attacco al posto di Ferri Marini.

IN ATTESA DELLE FORMAZIONI UFFICIALI

Ore 14.21: novità su entrambi i fronti. Non recupera Eugenio Dominici. Torna Pangrazi ma va in panchina: al suo posto confermato Vagnini. Rossi al posto di Torelli nella Vis, Ferri Marini e Romano (febbre) fuori nella Maceratese e dentro Bartolini e Perfetti.

Prima della partita il presidente Pandolfi consegna all’ex Peppe Magi un targa ricordo per i 4 anni in biancorosso.: puntuale il coro dal Prato “Peppe Magi Uno di Noi”. Applausi da tutto il Benelli.

2′ su calcio d’angolo causato da Granaiola, Bartolini, in mischia prova la battuta: Teodorani, in traiettoria, para sicuro.

10′ Fase di studio con leggera pressione maceratese: Kouko quando si accentra sembra un ballerino. Fabbri è bravo e attento nel raddoppio.

Magi inverte Rossi con Bugaro. Evacuo è il vertice avanzato

17′ D’Antoni si accentra per l’ennesima volta e dai 25 metri esplode un missile che Teodorani devia plasticamente sulla traversa e poi in angolo. Teodorani decisivo poi anche in uscita di pugno sul corner.

21′ Vis vicina al gol: punizione affilatissima di Bugaro dalla tre quarti, Evacuo in area trova la spizzata che si perde di un soffio alla sinistra della porta difesa da Fatone. Il guardalinee aveva visto il fuorigioco.

Ora è la Vis a dettare i tempi: Dominici dietro è una roccia, Bugaro ogni volta che si innesca disegna occasioni: al 23′ Evacuo per poco non arriva e D’Alessio è costretto all’angolo. Sul corner De Iulis anticipa tutti ma battezza fuori sul primo palo chiedendo il tocco di un maceratese.

30′ Rigore reclamato dalla Vis: De Iulis al termine di una prolungata manovra vissina viene messo giù in area di rigore. Il contatto sembra netto: l’arbitro mette il fischietto in bocca ma non se la sente di fischiare facendo infuriare il Benelli.

39′ due punizioni consecutive di Bugaro vengono vanificate da un arbitro che, dopo non aver visto il rigore su De Iulis, non fa platealmente rispettare la distanza della barriera. Incredibile.

41′ brividi per un rinvio sbilenco di Teodorani con i piedi: Kouko non ne approfitta.

Doccia fredda Vis: al 46’50”, a dieci secondi dal fischio finale del primo tempo, D’Antoni arpiona un pallone sul centro sinistra, carica un tiro senza pretese destinato al palo sinistra, la schiena di Fabbri, senza colpe, devia la palla dalla parte opposta. Teodorani prova il tuffo salva vita ma non ci arriva. Incredibile: 0-1. Abbiamo visto anche questa. Non ne gira una giusta. Squadra al riposo.

Secondo tempo:

3′ traversone di Kouko, Teodorani non trattiene la palla che va in angolo.

6′ Bella ripartenza della Vis: Granaiola estirpa un pallone dai piedi di Croce, serve De Iulis che allarga di prima per Evacuo che dalla destra

cerca la conclusione sul palo opposto: palla altissima, Bugaro si arrabbia non poco.

8′ Bugaro vola sulla sinistra, semina anche Croce e dal fondo mette in mezzo dove De Iulis in contro tempo  controlla e poi si lascia cadere: l’arbitro vede gli estremi per l’ammonizione da simulazione.

20′ Magi cambia: dentro Ferri Marini per Bartolini.

21′ G.Dominici non sfrutta la meglio una ripartenza che lo aveva portato alto sinistra: Cordova gli stoppa l’ingresso in area.

23′ Bugaro cerca l’eurogol dai 25 metri, palla alta di poco.

25′ Poderosa avanzata di Fabbri che trova il fondo e viene messo giù al limite dell’area da D’Alessio, in netta difficoltà, ammonito.  Sempre 0-1.

Bonvini cambia tatticamente: Rossini interno destro con Rossi regista, centrale, e Granaiola a sinistra.

32′ Ferri Marini timbra il 2-0: ripartenza supersonica della Maceratese, Vis scoperta, Granaiola prova il fallo tattico (sarebbe costata l’espulsione) ma De Grazia lo salta e cavalca fino al limite dove pesca Ferri Marini che come un treno arriva e appoggia dalla sinistra in diagonale.

Bonvini cambia: dentro Bartolucci per Evacuo. 4-4-1-1 con Rossi a ridosso di De Iulis che, al 39′, non coglie il tempo necessario

Peppe Magi uno di Noi cantanta dai tifosi della Maceratese sa di sfottò neppure tanto sottile.

Bonvini cambia: esce Rossi, entra Rossini.

42′ st tiro al volo di Torelli dalla destra che si perde di poco alla destra, sul secondo palo, di Fatone.

45′ Fabbri su D’Antoni che arriva di gran carriera all’ingresso in area, il disastroso Mansi di Nocera Inferiore vede il rigore: Teodorani intuisce e devia in angolo la battuta dello stesso D’Antoni.

Espulso D’Antoni dopo essere uscito dal campo: il cartellino, a cambio già avvenuto con Belkaid, arriva per alcune parole rivolte a Giovanni Dominici e alla panchina pesarese. Subito dopo allontanato anche il ds D’Anzi.

Finisce con la Vis in attacco, generosamente, ma con poco costrutto. E con Belkaid in area che cade: l’arbitro fischia direttamente la fine dopo 6′ di recupero. Vis-Maceratese 0-2.

Un commento to “Vis – Maceratese 0-2, bis di Ferri Marini. Magi, emozione e vittoria al Benelli”

  1. Vecchia maniera scrive:

    Leonardi, la colpa era di Possanzini! Col nuovo mister va tutto meglio! Bonvini,la squadra c’è, ce la giochiamo con tutti! Come duo comico siete forti! Quando vi vediamo a zelig?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>