Volley Pesaro, s’arrende anche Rieti. Per la squadra di Bertini il tris di vittorie conferma la qualità del gruppo. LE FOTO

di 

2 novembre 2014

VOLLEY PESARO – FORTITUDO CITTA’ DI RIETI 3-0
VOLLEY PESARO: Spadoni 3 (2/2; bv 1), Salvia 7 (5/11; 2 muri), Zannini (L: ricezioni 20, errori 2, positiva 90%, perfetta 60%), Sestini 7 (5/13; 2 muri), Concetti 2 (2/6), Di Iulio 4 (0/2; bv 4), Battistelli ne, Bellucci 7 (6/13; bv 1; muri. Ricezioni 7, positiva 100%, perfetta 29%), Battistoni, Bordignon 4 (3/10; bv 1. Ricezioni 4, positiva 100%, perfetta 75%), Mezzasoma 5 (4/26; bv 1), Babbi 17 (15/29; bv 1; muri 1. Ricezioni 11, positiva 91%, perfetta 73%). All. Bertini
RIETI: Miotti 5 (3/4), Caschetto 4 (2/14; bv 1, muri 1), De Santis 6 (4/9; bv 1; muri 1), Lunardi 5 (4/17; bv 1), Di Virgilio (L: ricezioni 9, errori 1, positiva 78%, perfetta 22%), Buccioli ne, Brignole 10 (8/23; 2 muri), Ercolani ne, Iosco 3 (3/26), Cammisa (0/5), Guidotti, Pentuzzi (/). All. Broccoletti
ARBITRI: Ambrosi e Nampli di Perugia
PARZIALI: 25-16; 25-18; 25-15 in 71 minuti
STATISTICHE DI SQUADRA: VOLLEY PESARO: Battute 74, errori 7, punti 9. Ricezioni 44, errori 3, positiva 91%, perfetta 57%. Attacchi 112, errori 7, muri subiti 6, punti 42, 38%. Muri fatti 5. RIETI: Battute 50, errori 6, punti 3. Ricezioni 67, errori 9, positiva 58%, perfetta 27%. Attacchi 98, errori 8, muri subiti 5, punti 24, 24%. Muri fatti 6
NOTE: spettatori circa 300. In tribuna, applaudita dai Balusch, l’ex Claudia Natale

PESARO – Il Volley Pesaro non si concede pause, tornando a immergersi nella difficile realtà della serie B1, dove non poche squadre giocano una pallavolo difficile da interpretare, soprattutto conquistando la terza vittoria in altrettante partite della nuova stagione. Un successo che conferma Pesaro in vetta alla classifica, in coabitazione con Perugia, prima per il quoziente set (9 vinti 1 perso, mentre le pesaresi hanno 9-2).

Brave le ragazze di Matteo Bertini a dimenticare il successo nel derby amichevole con Urbino, a interpretare con la giusta concentrazione la sfida alle sabine e a sbrigare la formalità in 71 minuti, soffrendo solo nel secondo parziale.

La spinta arriva da tutte le giocatrici schierate, con la sola Marika Battistelli non entrata, malgrado le invocazioni di qualche tifoso. In verità, il giovane libero ha conosciuto il campo, in frangenti più delicati della passerella finale. Che ha visto protagoniste Bordignon, Concetti e Spadoni.

PRIMO SET: La partenza della capolista è rock. Lo suonano, con la stessa potenza di una chitarra acustica, le battute di Isabella Di Iulio, che manda in tilt la ricezione ospite. Apre un muro di Babbi – ispiratissima in ogni angolo di campo, seguono un errore laziale e due ace della palleggiatrice abruzzese e ancora un attacco vincente (palla piazzata in posto 6) della schiacciatrice ravennate. Il 5 a 0 iniziale, che subito dopo diventa 6-0, obbliga coach Broccoletti a fermare il gioco. Salvia e compagne sembrano adeguarsi ai problemi altrui, regalando tre punti: errore in ricezione di Zannini,  attacco sbagliato di Elisa Mezzasoma reduce dai fasti con Firenze. “Il cielo ci è caduto sulla testa”, commenterebbero i Galli resi famosi dal fumetto di Asterix.

Rieti ha preparato la partita studiando come fermare l’opposto umbro. Riesce nell’intento perché Elisa chiude il primo parziale con un deprimente 1/12 offensivo (8 per cento). La Fortitudo, però, non ha fatto i conti senza l’oste, rappresentato dalle compagne di Mezzasoma, con la profondità di una squadra costruita, appunto, per sopperire alle eventuali difficoltà di una singola. Così, una straripante Babbi e una felicissima Bellucci puniscono le sincronie del muro reatino che s’impegna contro Mezzasoma. Le parallele e un pallonetto (mancino!) di Bellucci sono implacabili e spingono il break, con Salvia che mura e le laziali obbligate a cambiare tiri e a sbagliare dalla solita difesa allestita da Bertini. Dal 16-10 del secondo time-out tecnico (primo 8-4), al 25 a 16 finale è tutta una sinfonia romagnola, perché Babbi chiude con la “settima”. Già, il set va in archivio (25-16) con i suoi 7 punti e i 5 di Bellucci, mentre Bertini attiva il doppio cambio con Battistoni e Concetti in campo per Mezzasoma e Di Iulio.

SECONDO SET: se il primo parziale era stato siglato dall’eccellente prestazione delle bande, il secondo è anche nel segno di Diletta Sestini. Rieti, che è senza Sammartano, ha un approccio migliore e va subito avanti:1-3 e 6-8. Ed è brava a reagire con decisione alla risposta pesarese (11-9 dal 7-9) riportandosi a condurre (12-13). Finalmente Mezzasoma, poi una super pipe di Babbi, dopo ottime difese di entrambe le squadre. Sul 17-14, Diletta Sestini, ancora sofferente alle vie respiratorie (a fine gara è visitata dal dottor Bressan, medico sociale del Volley Pesaro, “spende” i suoi 5 punti in un amen. Prima infila un poker per il 22-14, poi mette giù la palla del 24-16. Fallite due palle set, i dubbi sono cancellati dal settimo punto di Francesca Babbi, già a quota 14: 25-18.

Come già nel set d’apertura, a chiudere un’incontenibile Babbi (7 punti).

TERZO SET: Pesaro prende il largo (9-3), si concede una pausa (9-6), ma vola via con Martina Bordignon (al posto di Bellucci) che piazza un ace, imitata dalla solita Di Iulio (battuta vincente per il 14-7). Dal 16-10 del secondo time-out tecnico, si vola al 3-0 grazie anche a un grande attacco da seconda linea di Elisa Mezzasoma e alla felice risposta di Spadoni (1 ace e 100 per 100 offensivo) e Concetti, ma il compito di archiviare la terza vittoria spetta – noblesse oblige – al capitano Valentina Salvia: 25-15.

Sabato prossimo, trasferta a Orvieto, contro una matricola temibile, reduce dalla brutta prestazione, con sconfitta, a Firenze. Si gioca alle ore 19.

Gli altri risultati della terza giornata

Giocate sabato
Proger V. Friends Roma – Volleyrò Casal de’ Pazzi Roma 0-3
CS San Michele Firenze – Zambelli Orvieto 3-1
Lucky Wind Trevi – Gecom Security Perugia 0-3
Todi Volley – Dilucca N8lini Capannori 3-1

Giocate domenica
MtMotori Idea Volley Bologna – Re-Hash Pagliare 3-0 (25-16; 25-19; 25-17)
San Giustino – Evoluzione Ostia 3-0 (28-26; 25-17; 25-15).

CLASSIFICA

Perugia e PESARO 9
Casal de’ Pazzi Roma 8
Orvieto, Todi, Bologna e Firenze 6
San Giustino, Rieti e Trevi 3
Capannori e Pagliare 2
Ostia e Proger V. Friends Roma 0

LE FOTO DI DANILO BILLI

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>