Rogo e morte alla Grassetti Mobili, Ris al lavoro. Ecco i punti ancora da chiarire

di 

4 novembre 2014

MONTECCHIO – Come nei film. Sono arrivati con delle valigette: sono i carabinieri dei Ris (reparto investigazioni scientifiche) che, da questa mattina, stanno passando al setaccio la Grassetti Mobili, l’azienda ubicata nel centro di Montecchio, dietro la Chiesa, in cui  lo scorso 22 ottobre è  divampato il rogo che ha portato alla morte del titolare Sandro Grassetti, 73 anni, molto conosciuto e stimato in paese. Evidentemente ci sono ancora tanti lati oscuri da chiarire: come è avvenuto l’innesco delle fiamme, perché queste siano rimaste circoscritte all’area in cui lo stesso Grassetti stava lavorando, il perché delle fratture alla testa riscontrate durante l’autopsia sul corpo ritrovato carbonizzato.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>