Centralia, Forza Nuova: “Ma sui tratti stradali si dovrà pagare o meno?”

di 

5 novembre 2014

Forza Nuova interviene in seguito alla costituzione di Centralia, la società partecipata per il 55% da Anas e per il 45% dalle tre Regione Marche che dovrà completare la Fano Grosseto come società pubblica di progetto.
FN accoglie con favore la creazione di una società di fatto pubblica che gestirà la progettazione di un’arteria strategica per tutta l’economia del centro Italia, come lo è la E78” afferma Davide Ditommaso, coordinatore regionale del movimento.
”Tuttavia va evidenziato come nell’enfasi della nota stampa diffusa dalla Regione Marche manchi l’informazione che sta più a cuore agli utenti, ovvero se sui tratti esistenti dell’infrastruttura si dovrà pagare o meno.
Indipendentemente dalle modalità e dalle tariffe richiedere un pagamento su strade già profumatamente pagate rappresenterebbe una vera e propria estorsione nei confronti di tutti i pendolari costretti ad un utilizzo quotidiano della E78.
È ovvio che una realizzazione concepita in questi termini non servirebbe affatto a dare slancio all’economia, ma al contrario rappresenterebbe il colpo di grazia al nostro territorio già in profonda sofferenza.
I tratti esistenti devono restare gratuiti-conclude Ditommaso-se così non fosse Forza Nuova è pronta alla mobilitazione al fianco di chiunque si voglia opporre all’ennesima rapina istituzionale”.

Un commento to “Centralia, Forza Nuova: “Ma sui tratti stradali si dovrà pagare o meno?””

  1. pino insegno scrive:

    Saranno pure di FN, ma in questo caso, sono pienamente d’accordo con loro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>