Rodari, Biancani: «I ragazzi rientrano dopo Natale»

di 

5 novembre 2014

PESARO – «I ragazzi della Rodari rientreranno in via Recchi dopo le feste di Natale». Lo comunica l’assessore Andrea Biancani, dopo il vertice tra Comune, Asur e Arpam convocato per esaminare i risultati delle ultime analisi effettuate per tre giorni, tra il 27 e 29 ottobre.
Indagini. I campionamenti condotti dall’Arpam hanno interessato sei aule al primo piano e una al piano terra (il locale per i bidelli, ndr). Gli enti – presenti Biancani e Ceccarelli per il Comune, insieme ai tecnici Goffi, Giraldi, Filippetti e Gioacchini; Cappuccini per l’Asur; Pizzagalli e Benini per l’Arpam – hanno constatato in forma congiunta la «pressoché totale scomparsa di tutti i parametri inquinanti». Spiega Biancani: «I valori sono praticamente nulli su tutte le aule. Nelle analisi sulle cinque ore, in sostanza, non c’è niente di rilevabile. Mentre sulle 19 ore, con ambiente totalmente chiuso e non aerato, risultano valori azzerati o molto vicini allo zero». Sparito il toluene. Il parametro più alto per lo stirene sono i 12 microgrammi per metro cubo, sulle 19 ore, nell’aula 1-8, la quarta A. «Ma partivamo da 610 – dice Biancani -. Ed è un dato che si abbasserà ulteriormente con l’aerazione nei prossimi giorni. Insieme agli altri valori, inferiori, che permangono solo per alcuni locali». Per i soggetti interessati l’andamento storico delle indagini conferma la tendenza della progressiva riduzione dei residui. In ogni caso, l’Asur ha già stabilito che i dati di ottobre sono compatibili con il rientro. Per «ulteriore controllo», sono in programma altre analisi entro i primi 10 giorni di dicembre. «E’ quanto abbiamo stabilito – conferma Biancani -. L’Arpam eseguirà nuovi campionamenti per le relative conferme. Si tratta di una rassicurazione aggiuntiva. Al termine, l’Asur stilerà la relazione definitiva».
Cronoprogramma. Intanto, in parallelo, «da lunedì 10 novembre, si procederà con l’ultimazione dei lavori di chiusura della copertura della scuola». Specifica l’assessore: «I lavori sul tetto partiranno all’inizio della prossima settimana. Non è detto che per Natale siano completamente ultimati. Ma assicuriamo che i ragazzi rientreranno alla Rodari dopo le festività natalizie. Perché saranno garantiti gli interventi che consentiranno agli studenti di accedere in via Recchi in condizioni adeguate e idonee». Non solo: «Interverremo anche nella biblioteca e nella palestra. Locali dove la scuola, in alcune sezioni, aveva evidenziato problemi di infiltrazioni». Mentre per gli altri 500 metri quadrati di tetto, al di là dei mille interessati dalla prima bonifica, «i lavori per l’intervento definitivo dovrebbero partire dalla prossima estate. Intanto, però, procediamo da subito con la sistemazione delle infiltrazioni anche per questo settore». Così il trasloco da San Carlo si raggiunge nella tempistica indicata nella previsione migliore. «Ringrazio i tecnici del Comune, il tecnico di parte, il comitato dei genitori per la collaborazione. E anche Asur e Arpam per la gestione dell’emergenza», chiude l’assessore, che nella mattinata ha già incontrato una rappresentanza dei genitori per l’aggiornamento delle comunicazioni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>