“Luca Marini è un bel pilota e ha possibilità di crescita incredibili”. Parola di Ezio Gianola

di 

6 novembre 2014

Ezio Gianola è stato un grande pilota. Ha vinto sei titoli italiani e per due volte è stato vice campione del mondo, insomma è uno che di piloti se ne intende.

Luca Marini

Luca Marini

Lo abbiamo intervistato perché è stato lui a proporre a Luca Marini un test a Valencia con la Moto 2, quella di Federico Fuligni e del team Ciatti, per cercare di capire le potenzialità di un pilota giovane come Luca che di anni ne ha solo 17 e che – alto i metro e 83 centimetri, fatica a stare dentro alla “microscopica” Moto3: <Giornata fantastica quella trascorsa a Valencia con Luca – esordisce Ezio Gianola – perché alla fine del test Luca è tornato a sorridere. Io l’ho osservato attentamente durante tutta la stagione Moto 3 che quest’anno Luca ha disputato in sella alla Kalex: non sorrideva mai ed era sempre preoccupato. Forse la sua preoccupazione derivava dal fatto di non avere il mezzo che desiderava, non adatto, ma sono convinto che se avesse avuto una Honda di Alzamora o una Ktm del team Calvo sarebbe stato più sereno. La Kalex non è una moto facile e per un esordiente in un campionato competitivo come quello spagnolo è ancora più difficile>.

Insomma – chiediamo- le tante cadute o la mancanza di risultati, anche se la stagione di Luca è andata in crescendo, non sono colpa solo del pilota?

<Nelle corse le colpe non sono mai di qualcuno, se c’è qualcosa che non funziona la responsabilità è di tutti, ma voglio parlare del futuro di Luca, non del passato. Io ritengo, ripeto dopo averlo attentamente valuto, che abbia grandi potenzialità. In primis lui è un pilota sensibile, molto sensibile, e sui campi di gara non va lasciato solo ma deve avere vicino qualcuno che alimenti le sue certezze che non sono certo poche, poi credo che per la sua conformazione fisica la cilindrata ideale per lui al momento sia la Moto 2>.

Quindi? <Quindi mi auguro che nel 2015 Luca disputi in Moto 2 il Campionato Spagnolo Velocità per fare esperienza. Questo deve esser propedeutico a un 2016 che gli consenta di fare il Mondiale in Moto 2 non tra gli outsider, ma tra i primi della classe>.

Ecco Ezio Gianola, il pilota che dal 1980 al 1993 ha disputato 110 Gran Premi salendo per 30 volte sul podio e dopo una lunga militanza a tirar su giovani talenti ( Fenati e Antonelli sono solo due delle sue scoperte come talent scout), ci ha “scattato” questa fotografia di Luca Marini, una foto inedita.

7 Commenti to ““Luca Marini è un bel pilota e ha possibilità di crescita incredibili”. Parola di Ezio Gianola”

  1. MTA scrive:

    Anche Luca Marini Tiene Aperto ma qualcuno che dovrebbe sembra non accorgersene, perche?

  2. smanettone scrive:

    Perchè? Forse perchè … è Luca Marini

  3. dai de gas scrive:

    Io Gianola lo conosco da tempo ed è uno che se ne intende. E’ preciso e per ogno pilota che “cura” ha un progetto e mi par di capire che potrebbe averne uno anche per Luca

  4. James Hawk scrive:

    Il ragazzo va forte, sembra anche a me che seguo un pò la moto 3 del CEV oltre al CIV e poi me ne parlano tutti bene. Forse possiamo dire che avrebbe bisogno di una gestione diversa, che la VR academi non gli ha fornito certo il meglio per un campionato così competitivo e non è facile pure se si ha talento, partire sempre con l’ handicap. Magari lo potesse allenare e sostenere un professionista come Gianola. Mha! staremo a vedere.

  5. massimo scrive:

    Ringrazio Gianola per le belle parole. Ringrazio anche il Brusco per aver avuto l’idea di intervistare Gianola dopo aver saputo che aveva assistito Luca nella sua prima volta con la moto 2. Il prossimo anno credo che Luca correrà in moto 2. Certo rimane il rimpianto per non averlo mai visto su una moto 3 competitiva e non averlo potuto vedeere gioire sotto la bandiera a scacchi. La delusione è forte, ci aspettavamo una gestione del tutto diversa dalla VR 46. Peccato…

  6. Paco scrive:

    Concordo con Massimo, Luca quest’anno non ha avuto un mezzo all’altezza e spero che il prossimo anno sia in una squadra che creda in lui e lo valorizzi in Moto 2 la cilindrata ideale al momento per lui magari nel Cev per fare esperienza.

  7. smanettone scrive:

    James, che un suddito di Sua Maestà scriva “academi” come lo pronunciano a Tavullia e di una finezza così sottile che mi ci è voluto un attimo per capirla. Comunque condivido e sottoscrivo il tuo commento-

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>