Udc Catria e Nerone, Mei indica i nodi: “Riforma sanitaria da cambiare e Contessa da adeguare”

di 

6 novembre 2014

 UDC Zona Catria e Nerone

Le annose problematiche delle aree interne si sono ancora di più evidenziate nel corso degli ultimi

anni a causa della crisi economica e del conseguente taglio ai servizi ed ai finanziamenti per opere

pubbliche.

E’ quanto evidenziato nel corso di una riunione dell’Udc della Zona Catria e Nerone alla presenza del

Presidente Provinciale del  partito Marcello Mei il quale ha partecipato all’incontro assieme a vari

rappresentanti locali dei vari comuni della zona che comprende i comuni di Apecchio, Acqualagna,

Piobbico, Cagli, Cantiano e Frontone.

  In rilievo i temi legati alla sanità ed alla viabilità  che sono stati al centro della riunione nel corso della

quale sono state evidenziate le difficoltà nelle quali versano i servizi sanitari sul territorio.

In particolare numerosi esponenti hanno criticato, con accenti accorati, la riforma sanitaria regionale

che ha riconvertito in  semplici Case della Salute i piccoli Ospedali tra i quali l’ex ospedale di Cagli con

conseguenti ed evidenti disagi per la popolazione per  riduzione di servizi ed un forte aumento della spesa

per quanto riguarda la mobilità passiva.

  In merito alla viabilità l’UDC di Zona ha posto l’accento sulla necessità di tenere viva la attenzione

sul miglioramento della SS Flaminia e soprattutto su un adeguamento del tratto della strada provinciale

“Contessa”  che collega la provincia di Pesaro-Urbino dalla la Flaminia fino Gubbio e di qui fino ad

Umbertide per favorire i collegamenti con Roma.

   L’Udc ritiene indispensabile  un miglioramento del collegamento con l’Umbria che attualmente trova

un imbuto proprio nel tratto tra Cantiano e Gubbio mentre un potenziamento del tratto stradale aprirebbe

prospettive importanti per il futuro.

  Su questo tema presto anche l’Udc di Cagli come negli anni passati tornerà ad occuparsi promuovendo

iniziative anche in collaborazione con amministratori ed esponenti politici umbri.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>