Proposta di Ricciatti: un fondo per il turismo sostenibile nella Legge di Stabilità

di 

7 novembre 2014

Lara Ricciatti davanti alla Camera dei deputati

Lara Ricciatti davanti alla Camera dei deputati

PESARO – Trovare nelle pieghe della legge di stabilità uno spazio per incentivare il turismo sostenibile nelle aree naturali protette. E’ la proposta dell’On. Lara Ricciatti (Sel), presentata come emendamento alla legge allo studio delle Camere in questi giorni.

Il Fondo é destinato ad incentivare e sostenere le iniziative di imprenditori esercenti attività turistiche situate nelle aree naturali protette.

Risorse che andrebbero destinate ad iniziative come interventi strutturali, miglioramenti e allestimenti, dall’abbattimento delle barriere architettoniche nelle strutture dedicate alla ricettività, agli interventi di recupero, manutenzione e salvaguardia di percorsi naturalistici ed escursionistici, nonché per finanziare campagne educative e di sensibilizzazione al turismo sostenibile.

Il Fondo dovrebbe avere una dotazione di 50 milioni di euro annui per ciascun anno del triennio 2015, 2016 e 2017.

“Credo sia un modo concreto per creare nuova e sana economia – commenta la deputata di Sel – che potrà dare uno slancio particolarmente forte in una regione come la nostra, con un patrimonio paesaggistico-naturalistico invidiabile. Si parla tanto di green economy e turismo sostenibile – aggiunge – ma nella legge di stabilità mancano misure che vadano in questa direzione”.

“Siamo consci delle tante difficoltà nel reperire risorse e per questo abbiamo ritenuto opportuno indicare una dotazione di 50 milioni di euro per anno, cifra irrisoria rispetto a quelle stanziate per le grandi opere, ma che potrà attivare un circuito virtuoso, capillare e diffuso. Lo stanziamento non crea soltanto riflessi economici positivi per imprenditori e lavoratori, infatti, ma anche un beneficio per l’intera comunità che potrà fruire di aree naturali protette rinnovate”.

“Auspico che questo emendamento possa incontrare il favore e il buonsenso di molti colleghi parlamentari, anche della maggioranza”, conclude Ricciatti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>