Il foglio di Leonardo in 3D: meglio la copia o l’originale? Intrigante possibilità per l’Expo 2015

di 

8 novembre 2014

FANO – Milano è alla disperata ricerca di un’icona culturale per l’Expo 2015 e punta all’Uomo Vitruviano. Il disegno, poco più grande di un foglio A4, è custodito con la massima cura alle Gallerie dell’Accademia di Venezia e, come raccontano le pagine del settimanale Oggi in edicola questa settimana, la direttrice Annalisa Perissa Torrini si rifiuta categoricamente di dare il permesso a un suo eventuale spostamento per mantenerne la massima integrità. Proprio per questo, viene esposta solo ogni 5 anni (e il 2015 sarebbe un periodo prematuro per un suo spostamento). Un’alternativa interessante ci sarebbe però. Il Centro Studi Vitruviani di Fano (Pesaro e Urbino), in collaborazione con la stessa Perissa Torrini, ha dato vita a un progetto unico al mondo: la più perfetta copia del famoso disegno leonardesco, ma in 3D e in altissima definizione, una visione unica.

Il logo ufficiale

Il logo ufficiale

Una versione digitale e multimediale senza precedenti che si racconta in una mostra inedita, tutt’ora in corso nella città marchigiana: “Perfecto e Virtuale, l’Uomo Vitruviano di Leonardo”.

«Il progetto, e la mostra che lo accoglie a Fano, rappresentano un ‘occasione davvero unica» sottolinea Paolo Clini, coordinatore scientifico del Centro Studi Vitruviani. «A prescindere dalla scelta finale di esporre o meno il delicato reperto a Milano per Expo, la sua innovativa versione digitale 3d va senza dubbio nella direzione di valorizzare l’originale. Di più: consentirebbe al pubblico mondiale di vivere un’immersione totale nell’opera, scoprendone, in maniera spettacolare e divertente, tutti i segreti finora invisibili a occhio nudo e non visibili neanche nel disegno originale». Ecco perchè Fano potrebbe offrire un’interessante occasione a Milano. Che però resta bloccata nell’impasse: al momento vuole solo l’originale. «L’Uomo Vitruviano resta dove si trova, ma sono disposta a fornire la versione multimediale». controbatte la direttrice delle Gallerie dell’Accademia di Venezia. Ma forse a Milano non hanno ben compreso che cos’è la versione “virtuale” proposta a Fano. Chissà, magari riuscirà a convincere qualche rappresentante di Expo a fare una visita alla mostra di Fano e fargli cambiare idea.

La mostra “Perfecto e Virtuale, l’Uomo Vitruviano di Leonardo” è stata prorogata fino al 10 gennaio 2015.

Orari di apertura

Giorni feriali h. 17-19.30

Sabato e domenica h. 10.30-12.30 / 17-19.30

Mattina solo su prenotazione per scuole e gruppi.

(tel. 338.4234702 oppure 328.3790087)

www.centrostudivitruviani.org

info@centrostudivitruviani.org

L’ingresso è libero

La mostra è a cura di Annalisa Perissa Torrini, direttrice del Gabinetto dei disegni delle Gallerie dell’Accademia di Venezia e ideata e coordinata da Paolo Clini (Univpm Ancona).

Organizzata da

Il Centro Studi Vitruviani di Fano, il Dipartimento di Ingegneria civile edile e Architettura dell’Università Politecnica delle Marche, la Fondazione Cassa di Risparmio di Fano e il Comune di Fano – Assessorato alla Cultura.

In collaborazione con

La Soprintendenza speciale per il Patrimonio storico-artistico ed etnoantropologico per il Polo museale di Venezia e dei Comuni della Gronda lagunare ed il Dipartimento di Architettura Alma Mater Studiorum dell’Università degli studi di Bologna.

Con il patrocinio

Del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo, della Regione Marche e dell’Assemblea regionale delle Marche.

L’uomo vitruviano in HR 3d è stato realizzato da:

Marco Gaiani e Fabrizio Apolollonio (Alma Mater studiorum Università degli Studi di Bologna) Massimo Zancolich (Tabularasa srl), Mirko Barone (3DXcite), Paolo Clini e Gianni Plescia (Università Politecnica delle Marche di Ancona).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>