Ladri in via Milano, arresto non convalidato: la frustrazione della polizia. E a Fano FN conferma: “Da lunedì sera passeggiate per la sicurezza”

di 

8 novembre 2014

PESARO – Rabbia e frustrazione. Quella della polizia che, per l’ennesima volta, hanno visto vanificare alcuni arresti. E’ successo con i 4 rumeni finiti in manette con l’accuso di furto aggravato in via Milano: la banda, due uomini e due donne, era pure tornata nella stessa casa dove, particolare degno di nota, aveva rubato di tutto comprese le chiavi dell’abitazione. Mettetevi nei panni della proprietaria: un incubo. Che ora ritorna prepotente realtà visto che l’arresto – come si apprende dal Messaggero in edicola oggi – non è stato convalidato e che il giudice Paolo De Luca ha ritenuto che non ci fossero le condizioni di legge perché la polizia facesse scattare le manette intorno ai polsi dei malviventi. “Un messaggio negativo lanciato alla cittadinanza – ha commentato Pierpaolo Frega della Silp-Cgil – il nostro impegno viene vanificato da decisioni a cui noi portiamo rispetto ma che non possiamo condividere”.

Polizia al lavoro nella notte

Polizia al lavoro nella notte

Intanto a Fano Forza Nuova non si cura delle polemiche e formalizza l’inizio delle ”passeggiate per la sicurezza”. In una nota stampa il movimento comunica che l’iniziativa partirà lunedì 10 novembre e non si limiterà al solo quartiere di San Lazzaro. “Con buona pace dei nostri detrattori Forza Nuova partirà con le passeggiate per la sicurezza lunedì 10 novembre-afferma Mirco Conti, portavoce cittadino del movimento-e grazie all’adesione di decine di fanesi non sarà limitata al quartiere San Lazzaro ma avrà un raggio d’azione superiore. I nostri militanti hanno già effettuato alcune uscite sperimentali per stabilire i percorsi da fare e i punti più critici delle zone interessate. Ancora una volta FN dimostra di non perdersi in chiacchiere e si fa carico dei problemi concreti della gente dando risposte tangibili. L’obiettivo non è certo quello di inscenare pittoresche “ronde” propagandistiche, contrariamente a quanto insinuato da una certa parte politica, bensì quello di responsabilizzare i cittadini e farli tornare protagonisti del futuro di Fano. Questo al di là di ogni colore politico, perché chiunque può aderire alle passeggiate, non vengono richieste tessere di partito, tanto meno per chi si è votato alle elezioni. Quando si affrontano questioni concrete come quello della sicurezza è giusto fare proposte, e oltre alla nostra non ci sembra di coglierne di serie. Rinnoviamo l’invito a tutti gli interessati a contattarci al 3394185165, oppure a visitare la nostra pagina Facebook Forza Nuova Pesaro Urbino per avere informazioni”.

Prosegue il coordinatore regionale di FN Davide Ditommaso: “Ancora una volta le reazioni scomposte di una sinistra frustrata per il grande consenso popolare nato attorno all’iniziativa di FN hanno sortito un effetto contrario a quello sperato. Accuse, insinuazioni e menzogne di chi nei fatti si è rivelato politicamente incapace e abietto non fanno altro che motivare ulteriormente i nostri militanti e i semplici cittadini che si sono avvicinati nelle ultime settimane. A tal proposito annunciamo di aver incaricato i legali del movimento di procedere per diffamazione e per calunnia nei confronti della fantomatica associazione “Cittadini Attivi” di S.Lazzaro, che in un delirante comunicato invitava a non aderire a quelle che hanno definito “ronde razziste” alle quale partecipano “violenti” ed ogni sorta di ridicole falsità. Per fortuna dei fanesi Forza Nuova c’è, è attiva ed in crescita e sta lavorando per restituirgli una città più sicura. Questi sono fatti, le chiacchiere le lasciamo volentieri ad altri”.

La scritta trovata sul muro del Bar Badioli

La scritta trovata sul muro del Bar Badioli

E non è finita qui: “Ancora un infame gesto in perfetto stile partigiano” era il commento che si poteva leggere in queste ore su Fb, a corredo della f fotografia in quesione. “Questo è quello che hanno fatto al bar dove si è tenuto l’incontro di programmazione delle passeggiate per la sicurezza a Fano. Il locale colpito era stato scelto da FN solo per questioni logistiche, quindi i gestori non sono in alcun modo legati al movimento.
Questa vile azione mette in evidenza il disprezzo di alcuni rifiuti sociali nei confronti non solo di FN, ma anche di chi lavora onestamente.
Sia chiaro che non saranno certo nostalgici codardi senza nome e senza volto a fermare l’avanzata di Forza Nuova!”.

 

 

 

Un commento to “Ladri in via Milano, arresto non convalidato: la frustrazione della polizia. E a Fano FN conferma: “Da lunedì sera passeggiate per la sicurezza””

  1. francesca scrive:

    Il giudice era Di palma e non De Luca

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>