Che peccato Vis: colpaccio vanificato dall’arbitro. Ma a Chieti finisce 2-2 una gara ben giocata

di 

9 novembre 2014

CHIETI – VIS PESARO 2-2
CHIETI (4-3-3): Placidi; Sbardella, Rapino, Cucinotta, Giron; Perfetti (11′ st Lorenzoni), Vitale, Prinari; Orlando (22′ st Carlini), Corvino, Esposito. A disp. Ferrara, Giammarino, Di Pentima, Di Lallo, Navarro, Di Rosa, Napoli. All. Ronci
VIS PESARO (4-1-4-1): Teodorani; Dominici G., Pangrazi, Brighi, Fabbri; Granaiola; Torelli (1′ st Vita), Rossoni (1′ st Pensalfine), Rossi (34′ st Filippucci), Bugaro; Evacuo. A disp. Osso, Bartolucci, Vagnini, Dominici E., Rossini, Cobaj. All. Bonvini
ARBITRO: Copat di Pordenone
RETI: 34′ pt Corvino, 39′ pt (rig.) e 50′ (rig.) Bugaro, 18′ st (rig.) Esposito
NOTE: giornata primaverile, terreno di gioco in buone condizioni, spettatori 600 circa; allontanato al 26′ st Costa, vicepresidente del Chieti; ammoniti Cucinotta, Giron, Perfetti, Esposito, Teodorani, Dominici G., Pangrazi, Vita; angoli 3-5, recupero 2+4

 

Bugaro, attuale capocannoniere della Vis con 4 reti, l'anno scorso decise il derby con una doppietta.

Bugaro, attuale capocannoniere della Vis con 4 reti, l’anno scorso decise il derby con una doppietta.

CHIETI – Un vero peccato. Incredibile che la giornata in cui la Vis batte il record di astinenza da vittorie che durava da 41 anni è quella migliore nel presente campionato. Buonissima la prova dei ragazzi di Bonvini, che sullo 0-0 avevano fallito quattro occasioni per passare in vantaggio (due con Rossi e due con Torelli). Il Chieti, una delle formazioni sulla carta più forti del girone, è andato in vantaggio con Corvino, su tiro-cross dello stantuffo Esposito, uno dei migliori giocatori d’Interregionale, su cui Giovanni Dominici (schierato a destra) ha sfoderato un partitone.

Il pareggio, alla fine del primo tempo, si è materializzato su un rigore conquistato e realizzato dall’ottimo Bugaro. Tra primo e secondo tempo Bonvini ha lasciato nello spogliatoio Torelli e Rossoni inserendo Vita e Pensalfine. Mossa azzeccata, così come quella di irrobustire il centrocampo con Rossi lasciando il peso dell’attacco sulle spalle di Evacuo, che si è ben disimpegnato al di là di qualche personalismo di troppo nel finale. Il secondo rigore di giornata realizzato da Bugaro (mani di Cucinotta) ha dato l’illusione che la prima vittoria stagionale potesse arrivare. Non è stato così perché l’arbitro ha pensato bene di compensare, assegnando al Chieti un rigore assurdo (palla piena di Brighi, con Giron caduto da solo sullo slancio).

Dopo il 2-2 dal dischetto di Esposito il Chieti si è limitato a tiri dalla lunga che non hanno impensierito Teodorani. Al contrario della Vis, che invece si è resa pericolosa in contropiede senza riuscire a superare la resistenza del bravissimo Placidi, alla prima presenza stagionale. Clamorosa la paratona su Vita, che a botta sicura, a rimorchio, è rimasto con l’urlo del gol strozzato in gola, su palla riconquistata dal nulla da Rossi.

Un punto che non sposta la classifica (la Vis è sempre ultima ma con l’Agnonese) ma che dà consapevolezza che il gruppo c’è.

I RISULTATI DELLA 10° GIORNATA

O. Agnonese – Amiternina 0-2
Castelfidardo – San Nicolò 2-2
Celano – Termoli 3-1
Chieti – Vis Pesaro 2-2
Fano – Civitanovese 1-2
Giulianova – Jesina 3-2
Maceratese – Campobasso 3-0
Recanatese – Matelica 0-0
Sambenedettese – Fermana 4-0

LA CLASSIFICA DI SERIE D GIRONE F

Maceratese 26
Sambenedettese 21
Civitanovese 21
Matelica 20
Campobasso 17
Fano 16
Chieti 15
Giulianova 15
San Nicolò 14
Jesina 13
Recanatese 12
Amiternina 11
Castelfidardo 9
Fermana 8
Termoli 8
Celano 7
Agnonese 5
Vis Pesaro 5

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>