Andar per fiabe: a Fano il Piccolo Asmodeo, vincitore del Premio Eolo 2013

di 

11 novembre 2014

Piccolo Asmodeo

Piccolo Asmodeo

FANO – Una favola sul bene e sul male, uno strampalato viaggio sulla terra di un piccolo diavolo, troppo buono per vivere nel mondo degli inferi.

Domenica 16 novembre alle ore 17, l’affascinante teatro d’ombre della storica Compagnia Gioco Vita di Piacenza arriva nello splendido Teatro della Fortuna di Fano con Piccolo Asmodeo, vincitore del Premio Eolo Awards 2013 come miglior spettacolo di teatro ragazzi e giovani.

La rassegna Andar per Fiabe è sostenuta da MIBACT e Regione Marche e organizzata dalla Provincia di Pesaro e Urbino e dall’AMAT in collaborazione con i Comuni del territorio e, per gli appuntamenti di Fano, con la Fondazione Teatro della Fortuna.

Asmodeo è buono, troppo buono per vivere tranquillamente nel mondo dei Fuochi e dei Sospiri al quale appartiene. Essere cattivo, proprio non gli riesce e nemmeno gli interessa e questo, per la sua famiglia, è un grande problema! Viene mandato, quindi, nel mondo della Luce e della Terra con la missione di convincere almeno una persona a dargli la sua anima! Con un po’ di timore, ma anche tanta curiosità, Asmodeo inizia il suo strampalato viaggio sulla terra e, da quel momento, si troverà coinvolto in una girandola d’incontri di ogni tipo: una mucca, un prete, un maestro di scuola, un gregge di pecore, un gruppo di bambini, un panettiere.

Sulla scena, a fare da narratore e animatore dei personaggi con le sue ombre, c’è Tiziano Ferrari, i disegni sono di Nicoletta Garioni e le musiche di Michele Fedrigotti.

“In tutti questi anni quello che ho capito dei bambini, e che mi ha portato a scegliere con sempre maggior convinzione i testi da rappresentare, è che a loro interessa che si parli di temi importanti – dichiara Fabrizio Montecchi, coautore con Nicola Lusuardi dell’adattamento e regista del testo – Domande sulla vita, sulla morte, sull’amore e sull’anima! E Piccolo Asmodeo, di Ulf Stark, è una storia così, che parla di cose importanti. Un po’ fa ridere, un po’ fa intenerire e un po’ fa pensare. Senza la presunzione di dare risposte su questi grandi temi ma solo stimolando la curiosità e la riflessione su essi”.

Ulf Stark, uno dei più affermati scrittori contemporanei per ragazzi, è nato a Stoccolma nel 1944.

Le sue opere sono tradotte in molte lingue e hanno ottenuto numerosi riconoscimenti tra cui nel 1993 il Premio Astrid Lindgren e nel 1994 il prestigioso Deutsche Jugendliteraturpreis.

Dai suoi libri sono stati tratti anche molti film per la televisione e il grande schermo. In Italia alcune sue opere sono attualmente edite da Feltrinelli.

Come sempre, Andar per fiabe, non è solo spettacolo, ma una ricca offerta di eventi collaterali che precedono le rappresentazioni.

Dalle ore 16.00, infatti a teatro, insieme a PUK (piccola mascotte della rassegna), aspettano il pubblico di grandi e piccini, tante belle sorprese:

– i lettori volontari del progetto Nati per leggere con tante Storie …ad alta voce

La libreria Le foglie d’oro con tanti splendidi libri da sfogliare e da acquistare

– la mostra Manipensanti con straordinari manufatti dei nostri artigiani, a cura di Confartigianato.

Per tutti i bambini dai 6 anni in su

BIGLIETTI

Posto unico numerato adulti € 8,00 e bambini € 5,00

in prevendita

– Biglietteria Teatro della Fortuna, P.zza XX Settembre, 1 Fano tel. 0721 800750

orario: da mercoledì a sabato 17.30-19.30; il mercoledì e il sabato anche 10.30-12.30

– Biglietteria Teatro Rossini, Piazza Lazzarini, Pesaro tel. 0721 387621

orario: da mercoledì a sabato 17.00-19.30

domenica 16 novembre:

– Biglietteria Teatro della Fortuna di Fano

– orario 10.30 – 12.30 e dalle 15.00

info: www.amat.marche.it reteteatripu@amat.marche.it tel. 366.6305500.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>